Sala stampa Cittadella-Brescia, Foscarini: “Arbitri fiscali con noi. Lo spirito c’è, ma basta cartellini rossi”

Sala stampa Cittadella-Brescia, Foscarini: “Arbitri fiscali con noi. Lo spirito c’è, ma basta cartellini rossi”

Commenta per primo!

Segui in tempo reale le dichiarazioni dalla sala stampa al termine di Cittadella-Brescia. 

Iaconi (all.Brescia): Siamo stati lenti, prevedibili e compassati. Siamo delusi, come lo eravamo sabato scorso. Io a rischio? Non fatemi commentare a me questa cose.

Foscarini (all. Cittadella): Oggi l’arbitro è stato fiscalissimo, soprattutto sul rosso a Benedetti. Con noi il regolamento è applicato in modo rigoroso. Dobbiamo però darci anche noi una regolata. Poi, certo, lo spirito giusto lo abbiamo ritrovato. In 11 contro 11 avremmo avuto grandi possibilità di vincere. Abbiamo fatto una prova dispendiosa e di grande cuore, ho sentito per la prima volta il pubblico sostenere davvero la squadra. Hanno capito il momento di difficoltà della squadra. Volevamo vincere, non siamo partiti come l’avevamo preparata. Dovevamo evitare di farli palleggiare troppo. Stiamo cercando in modo ossessivo la vittoria, speravo i ragazzi fossero più sciolti e aggressivi. 

Coralli: il rigore per loro era nettissimo mentre la prima espulsione è piuttosto dubbia. Il gol? Ho saltato Zambelli e il primo pensiero è stato calciare in porta. È venuto questo euro-gol. Espulsioni? Dobbiamo cercare di chiudere in 11 le partite. Dispiace perdere ancora il capitano. Quest’anno è dura perché ci stanno un po’ massacrando gli arbitri. Siamo comunque una squadra che non molla mai, oggi è la prova: abbiamo reagito da Cittadella. Il pubblico? Stupendo oggi, ci darà una grossa mano. Qui non siamo a Brescia, non servono i fischi.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy