Serie B: rush finale tra incertezza e possibili risultati storici

Serie B: rush finale tra incertezza e possibili risultati storici

Dieci, come i punti mancanti per scrivere la storia. Demoliti scetticismi e perplessità, persino l’aritmetica accompagna la capolista Carpi verso una storica promozione in Serie A. Le ultime sonanti vittorie contro Vicenza e Bologna, ormai damigelle sul podio, rendono onore alla squadra di Castori che segue le orme del Palermo dei record: 12 mesi fa anche i siciliani, ad 8 turni dal traguardo, difendevano un vantaggio di 15 punti sulla terza (Latina) prima della festa a maggio. Per una certezza in dirittura d’arrivo resta da sbrogliare la matassa playoff che, eccezion fatta per il 2° posto, coinvolge 8 pretendenti in una forbice di 7 punti. Gerarchie da definire anche in chiave salvezza, addirittura più caotica con 9 rivali nell’arco di 4 lunghezze. Arduo avanzare previsioni, parlerà il campo nella 35.a giornata della Serie B, a partire dall’anticipo tra Vicenza e Avellino, antipasto playoff di scena al Menti: gli uomini di Marino inseguono un successo interno distante 50 giorni, analogo digiuno per i campani che lontano dal Partenio non festeggiano dal 22 febbraio (1-0 a Livorno). Reduce da 3 vittorie di fila la passerella del Carpi prosegue al Tombolato contro lo scorbutico Cittadella, squadra fedele ai pareggi (15, come il Modena) ma invischiata nella zona bollente. Ridimensionato proprio dalla capolista e privo di Laribi e Cacia, il Bologna di Lopez rischia al Rigamonti con il pericolante Brescia già fatale al Pescara.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy