Sgrigna verso il recupero lampo, il medico Candido: “Qualcosa di sorprendente”

Sgrigna verso il recupero lampo, il medico Candido: “Qualcosa di sorprendente”

Commenta per primo!

Alessandro Sgrigna in campo sabato contro il Pescara. Non è una boutade, ma un’eventualità concreta, dopo che ieri l’attaccante del Cittadella si è sottoposto ad un’ecografia di controllo ai flessori della gamba destra, che ha evidenziato un recupero record. «È qualcosa di sorprendente», commenta il medico sociale granata Ilario Candido. «Ieri ha fatto l’ecografia di controllo all’ospedale di Cittadella e la lesione si è praticamente rimarginata. Non c’è praticamente più nessun segno dello stiramento accusato nella gara contro l’Avellino del 14 settembre». Si va, quindi, verso un recupero-lampo. «Sgrigna ha svolto anche ieri un lavoro differenziato, ma già da oggi potrebbe unirsi al gruppo», annuncia Candido. «Le sue condizioni dovranno essere valutate di giorno in giorno, ma un bel pensierino per sabato lo possiamo sicuramente fare. Nella peggiore delle ipotesi Alessandro tornerà in campo martedì prossimo, nel turno infrasettimanale contro la Pro Vercelli». Una notizia positiva per i tifosi, ma soprattutto per mister Claudio Foscarini, che dovrà con gioia rivedere i suoi programmi. Il tecnico era infatti alla ricerca di alternative valide per sopperire all’assenza di Sgrigna, risultata alla fine decisiva nella gara persa a Trapani. Foscarini non dovrà probabilmente più scervellarsi e potrà continuare quasi certamente a proporre il consueto modulo 4-4-2, che da sabato potrebbe appunto ritrovare l’elemento che ha dimostrato nelle prime due giornate di campionato di poter rompere gli equilibri del match con i suoi gol e le sue giocate. Sabato al Tombolato contro il Pescara il Citta potrà ripresentarsi con lo schieramento superoffensivo, che prevede due punte (Gerardi e Coralli) e due esterni alti come Minesso e, appunto, Sgrigna. L’unico assente tra gli attaccanti sarà quindi Andrea Schenetti. Ma anche sul conto dell’ex comasco arrivano buone notizie. Il giocatore, vittima di un’algodistrofia femoro-rotulea del ginocchio destro, potrebbe rientrare in campo prima del previsto. «Per lui prevediamo qualche giorno in meno di recupero», rivela il medico sociale. «Sarà certamente disponibile per il 4 ottobre contro la Virtus Lanciano. Il giocatore si allenerà a parte per tutta la settimana e poi valuteremo il da farsi». Alle due buone notizie fa da contraltare lo stiramento di cui è rimasto vittima, nell’allenamento di lunedì, Nicola Donazzan. Il terzino prelevato in estate dal Mantova dovrà quasi certamente rimanere ai box per una ventina di giorni. «Ha una lesione ai flessori della coscia destra», spiega ancora il dottore. «Dovrebbe trattarsi di uno stiramento, ma solo oggi ne avremo la certezza, visto che Donazzan alle 13 si sottoporrà ad un’ecografia di controllo». Foscarini si ritroverà, quindi, per le prossime tre settimane senza l’alternativa a Barreca sulla fascia sinistra della difesa. Ieri allenamento pomeridiano per i granata. Oggi doppio, mentre per domani e venerdì sono fissate due sedute pomeridiane. Sabato il match contro il Pescara degli ex padovani Pasquato e Melchiorri

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy