Stasera c’è il Cittadella, Foscarini vuole i tre punti a Bari

Stasera c’è il Cittadella, Foscarini vuole i tre punti a Bari

Commenta per primo!

Si giocherà in uno stadio importante come il San Nicola. Per noi deve essere un orgoglio giocare in questi campi e in questa categoria. Credo che le motivazioni vengano da sole per fare stasera una grande partita». Claudio Foscarini è carico. Stasera il Cittadella deve essere bello di notte contro una delle nobili decadute della serie B, il Bari di Torrente alle prese con problemi societari e di identità. Oltre 800 km separano Cittadella da Bari. Qualche tifoso sfiderà la distanza, in tanti saranno davanti alla tv. Come accadrà dalle 19.30 alla Trattoria Da Claudio, dove il club «Granata Cittadellesi» hanno organizzato una cena con maxischermo (10 euro). RIPARTIRE. Il Citta è decollato ieri da Venezia con una valigia carica di speranze e certezze. Dopo il ko interno col Crotone i granata devono riprendere il filo logico, dimenticando in fretta l’opaca prova con i calabresi: «Quella passata è una delle settimane in cui ho parlato meno – spiega Foscarini- La partita col Crotone è stata così insufficiente che non c’era molto da dire. Col Crotone 5-6 giocatori sono mancati nella prestazione. Quando accade questo è impensabile fare il risultato». Foscarini vuole passare dalla delusione al rilancio: «Sono deluso di quanto fatto col Crotone, ma adesso bisogna guardare avanti. La classifica ci sorride ancora, ma i troppi infortuni rendono delicato il momento. Nelle prossime tre partite dobbiamo raccogliere il massimo». INFORTUNI. Rispetto alla gara col Crotone Foscarini recupera dopo la squalifica Martinelli e Bellazzini. Ancora ai box Gasparetto, Scardina, De Vito, Magallanes e Di Nardo: «Siamo contati, soprattutto dietro. Spero di recuperare qualche giocatore nelle prossime settimane. Vedere Di Nardo e Scardina che corrono mi conforta». Convocato anche il baby della Primavera Borsato. Marchesan e Vitofrancesco scenderanno in campo nonostante non siano al meglio. In attacco Bellazzini, Di Roberto, Maah e Di Carmine si contendono 3 delle 4 maglie: «L’idea rimane quella di dare continuità a quello che stiamo facendo». GALLETTI. Al San Nicola, dove ha perso due volte su due, il Cittadella trova un Bari che segue i granata di un punto. Una classifica sorprendente se si considera che il Bari, assieme a Samp e Brescia, è tra le tre neoretrocesse dalla A: «Il Bari ha una buonissima rosa. Ha perso riferimenti importanti come De Paula ed è alle prese con delle vicissitudini societarie. Giocherà in casa e anche per i baresi questa sarà una partita importante. Serve il massimo impegno».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy