Va tutto bene al Cittadella, Marchetti: “Forse decisivi i k.o. di Novara e Varese”

Va tutto bene al Cittadella, Marchetti: “Forse decisivi i k.o. di Novara e Varese”

Un sabato da antologia per il Cittadella. Dopo le sconfitte di ieri di Novara e Varese i granata di Claudio Foscarini restano fuori dalla zona playout con due punti di vantaggio sulle due dirette concorrenti. «È stato un sabato straordinario», commenta il dg granata Stefano Marchetti. «Adesso sta a noi sfruttare i risultati favorevoli. Sinceramente speravo nelle sconfitte di Novara e Varese. Il Brescia è una squadra forte e ci sta che possa vincere a Varese, mentre l’Empoli è una formazione che sta lottando per la serie A e una vittoria contro il Novara doveva rientrare nelle previsioni». Domani sera il Cittadella giocherà in posticipo contro il Bari. Sarà una sorta di matchball salvezza per i granata. «La partita diventa ancora più importante. Se centriamo nel modo giusto la partita possiamo mettere un mattone pesante per la salvezza». Il Cittadella a l San Nicola troverà un ambiente caldo. La prevendita viaggia verso quota 30 mila biglietti, 30 mila cuori biancorossi che proveranno a spingere i galletti verso la qualificazione ai playoff per la serie A. «Non sarà una partita facile. Si gioca in 11 contro 11 e si parte dallo 0-0. È una partita da affrontare con il cuore». Il Citta scenderà in campo con una situazione già definita. «Non sarà né un vantaggio, né uno svantaggio. Anzi, le nostre dirette concorrenti hanno sprecato il vantaggio di poterci mettere il fiato sul collo. Dopo Bari avremo altre due partite fondamentali, dove dovremo soffrire. L’Empoli è a un passo dalla serie A, mentre il Lanciano è una grande squadra. Non so quanti punti possano bastare, ma da ieri la quota salvezza credo si sia abbassata». Carica Busellato. La gara di domani alle ore 19 propone al Cittadella un avversario che dalle difficoltà societarie ha tratto nuovi stimoli per cercare di diventare accattivante per gli imprenditori interessati a rilevare le quote di una società già dichiarata fallita. «Ci attende una partita non solo difficile, ma fondamentale», osserva il centrocampista Massimiliano Busellato. «Oltre alle caratteristiche dei giocatori del Bari, temo molto l’ambiente che troveremo. Ci sarà un entusiasmo travolgente e dobbiamo stare attenti. Noi però stiamo bene e vogliamo riprendere la corsa che abbiamo interrotto martedì contro il Palermo. Penso che quella sconfitta non ci possa condizionare più di tanto. Abbiamo sicuramente un calendario difficile, però noi crediamo fortemente nella salvezza e dobbiamo farcela». La squadra. Ieri, agli impianti del Tombolato. seduta pomeridiana di lavoro per i granata. Al San Nicola mancherà solamente Pecorini, ancora ai box a causa della pubalgia, tutti gli altri sono a disposizione di Foscarini. La squadra volerà verso Bari al termine dell’allenamento in programma a partire dalle ore 10.30 di stamane. A dirigere Bari-Cittadella è stato chiamato Fabbri di Ravenna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy