Vigilia Frosinone-Cittadella, Foscarini: “Mi aspetto che qualcuno alzi di più la voce, servono riferimenti in campo e in spogliatoio”

Vigilia Frosinone-Cittadella, Foscarini: “Mi aspetto che qualcuno alzi di più la voce, servono riferimenti in campo e in spogliatoio”

Commenta per primo!

Vigilia di Frosinone-Cittadella, parla Foscarini. Ecco le sue dichiarazioni (testo e video):

Qualche acciacco lo abbiamo avuto, aspettiamo notizie dall’ospedale su Signorini. Che settimana é stata? Certo non serena, dobbiamo prendere coscienza della situazione, ci siamo fatti sentire sia io che Marchetti. Il gruppo deve avere dei riferimenti, qualcuno deve assumersi maggiori responsabilità, non accontentarsi. Magari alzare la voce anche con i compagni. Reazione in allenamento? Le vedo sempre in queste situazioni. Quando ci scontriamo poi magari in spogliatoio, poi la reazione si vede subito in campo: ma dobbiamo mantenere questa concentrazione anche durante la partita. Sono ottimista di natura, sono convinto che arriverà il nostro momento. Momenti del genere ne abbiamo vissuti, sono certo che la squadra raddrizzerà questo campionato. Abbiamo tre partite sulla carta difficili, a partire da Frosinone, squadra rivelazione. Non sono un simulacro qui a Cittadella come è stato scritto, la società non ha le fette di prosciutto sugli occhi, non hanno bisogno di qualcuno che dica loro se è il caso di esonerare o meno il mister… Frosinone? Mi ricorda il Carpi, propositivi, giocano a calcio. Modulo? Qualche accorgimento ci sarà. Con il Bari è mancata incisività. 4-4-2 più prudente? Vediamo. Ma non è quello il punto, sabato in tanti non hanno reso. Pellizzer? Valuteremo anche questo, conta poco che giochi lui o Cappelletti…”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy