“Abbiamo toccato il fondo”, Padova si ribella

“Abbiamo toccato il fondo”, Padova si ribella

Commenta per primo!

Padova si ribella a un destino che sembra già scritto. Quest’estate l’avvento della nuova proprietà aveva diviso il pubblico, ma ora anche i sostenitori della prima ora di Penocchio & C., sembrano essersi ricreduti. Un’impresa trovare commenti o voci fuori dal coro. A puntare il dito contro società, ma anche giocatori, sono in primis ex giocatori del Padova come ad esempio Franco Cerilli, che sulla pagina facebook di PadovaSport scrive: “Calciatore brutta razza. La colpa la fa ricadere sempre ad altri. Tiratevi su le maniche e sudate per chi paga e chi vi tifa. E levatevi quei c…. di cerchietti in testa finito l’allenamento, invece di andare a farvi i tatuaggi pensate alla maglia che indossate. Basta silenzi stampa prendetevi sempre le vostre responsabilita. Sempre Forza Padova”. Maurizio Coppola se la prende con proprietà e allenatore: “Mutti allenatore schiavo del padrone, odio Penocchio come ho odiato Viganò” e via con altri epiteti irriferibili. Il tono non cambia anche nei commenti dei politici locali: “Domani definitemi pure un estremista e un ultrà del tifo biancoscudato – scrive l’assessore provinciale Enrico Pavanetto su facebook – ma voglio dirlo con chiarezza. Questa società deve andarsene da Padova quanto prima per il bene del calcio della nostra provincia e per non essere più umiliati come città”. Così invece il consigliere comunale Michele Toniato, che dopo la gara si è lasciato andare a un post eloquente sul proprio profilo facebook: “Abbiamo toccato il fondo! Ringraziamo questa dirigenza per un tale squallore, una vergogna! Povero Padova non ti meriti questa gentaglia!”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy