Abodi dalla parte del Padova: “Un errore arbitrale evidente e oggettivo, farò da tramite con l’AIA per la consegna del dossier”

Abodi dalla parte del Padova: “Un errore arbitrale evidente e oggettivo, farò da tramite con l’AIA per la consegna del dossier”

Commenta per primo!

«Quanto successo a Pescara è un qualcosa di evidente e oggettivo». Dal presidente della Lega di serie B Andrea Abodi arrivano parole di solidarietà verso il Padova dopo il grave errore dell’arbitro Ghersini, reo di non avere sanzionato con il rigore il fallo di mano in area del pescarese Balzano. «La reazione dei veneti – aggiunge – mi è sembrata legittima e corretta, anche perché lo strumento televisivo è a disposizione di tutti e non dice bugie. Sicuramente quell’errore ha inciso sulla gara ed effettivamente non si tratta di una novità, perché la cosa è già successa più di una volta per cui la situazione è quantomeno discutibile».

Si è già sentito con il presidente Penocchio? «Ci parliamo costantemente e ci siamo confrontati come sempre. Mi ha comunicato che intende produrre della documentazione e io farò da tramite, non essendo possibili contatti diretti tra squadre e mondo arbitrale, trasmettendola al presidente dell’Aia e al designatore Messina insieme alle rimostranze della società. È anche vero – aggiunge – che poco dopo le partite in quelle sedi analizzano ogni cosa. A volte c’è diversità di vedute, ma in certi casi i fatti sono chiari. Ritengo però utile spiegare che i primi rammaricati per quanto succede sono gli stessi arbitri che devono aumentare il livello di attenzione e impegno». Poi Abodi torna sul Padova: «Si è comportato in modo esemplare rispetto a certe reazioni incontrollate e ha mostrato uno stile che nel medio-lungo periodo paga. La cultura del sospetto è pericolosa, gli errori ci sono, ma restano il frutto solo di valutazioni e scelte sbagliate e tutti noi dobbiamo collaborare per ridurli».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy