Ardemagni: “Il Varese un giorno dovrà  pur perdere in casa…”

Ardemagni: “Il Varese un giorno dovrà  pur perdere in casa…”

I tifosi del Varese ormai hanno dimenticato il sapore della sconfitta casalinga, le mura del “Franco Ossola” sembrano incutere paura a qualsiasi avversario dei lombardi. “Ogni giocatore lo sente un po’ – ammette Ardemagni, che questa mattina dopo l’allenamento ha incontrato la stampa a Bresseo – la loro imbattibilità interna è un fatto, ma con la vittoria di ieri sappiamo che domenica dobbiamo andare lì a fare una battaglia, affrontando la gara come quella con il Torino. Ovvero senza far calcoli, percentuali o cose simili. E poi, prima o poi un giorno dovranno pur tornare a perdere!”. Si parla poi del possibile rigore: “Dos Santos mi ha spinto, ma Zappino non era della stessa opinione…”. Arde ancora una volta ha sfiorato il gol, questa volta si è messa in mezzo la traversa: “Ho anche rimediato un mezzo occhio nero nell’occasione, appena l’ho colpita ho pensato che non è il mio anno dal punto di vista dei gol, ma io sono più forte anche della sfortuna e continuerò a lottare per questa squadra, perchè è il bene del Padova che più conta. Ieri sera quando ha segnato Italiano su rigore e lo stadio è esploso di gioia mi sono venuti i brividi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy