Bergamin e Bonetto, summit con Bitonci e la Rampazzo

Bergamin e Bonetto, summit con Bitonci e la Rampazzo

Nessuna dichiarazione alla fine, ma non poteva sfuggire inosservata, ieri mattina, la presenza in Comune di Giuseppe Bergamin e Roberto Bonetto, che hanno incontrato il sindaco Bitonci. Nell’ufficio del primo cittadino la “B&B” che guida la Biancoscudati Padova, e che ha avuto il grande merito di gettare le basi per un immediato ritorno nel calcio professionistico, ha trovato anche l’assessore allo Sport Cinzia Rampazzo e l’architetto Franco Fabris, capo del settore Urbanistica e Servizi Catastali. Che cosa si siano detti, i proprietari della società di viale Nereo Rocco e i loro interlocutori, non è stato rivelato, ma è facile credere che si sia parlato, oltrechè della festa conclusiva in programma domenica prossima all’Euganeo in occasione della sfida con l’Altovicentino, anche della curva sud da costruire dietro la porta che guarda verso gli spogliatoi e, soprattutto, della cittadella sportiva che si vorrebbe realizzare intorno allo stadio, l’ormai famoso Padovanello. Un primo approccio, dunque, per capire in che tempi muoversi e come ipotizzare la struttura, che dovrebbe comprendere 5 campi da football, di cui 2 da calciotto, una foresteria, una club house e un percorso-vita per fare jogging.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy