Bonacini, il Renzo Rosso emiliano: fu vicino all’acquisto del Modena

Bonacini, il Renzo Rosso emiliano: fu vicino all’acquisto del Modena

Stefano Bonacini, il patron del Carpi che sembra a un passo dall’acquisto del Padova, aveva provato già in passato ad arrivare in serie B, acquistando il Modena, prima di arrivarci (grazie ad un vero e proprio miracolo calcistico) con il suo Carpi. L’allora presidente Casari però non fu convinto della proposta di Bonacini (che chiedeva alla vecchia proprietà di rimanere con una sponsorizzazione biennale da tre milioni). Così si era espresso a proposito Bonacini, deluso dopo l’improvvisa fumata nera: “Casari ha preferito Roma (riferimento all’altro gruppo imprenditoriale della capitale che ha acquisito il Modena, ndr) a Gaudì (il marchio di Bonacini, ndr) perchè certo di ottenere maggiori garanzie sotto l’aspetto finanziario e perchè convinto che fosse la scelta migliore per il Modena Calcio e la città”. Stefano Bonacini, 46enne, è titolare della griffe Gaudì, in passato è stato il caposezione del settore tessile-abbigliamento di Confindustria Modena, e in tanti lo paragonano per stile e fiuto imprenditoriale al veneto Renzo Rosso.

Ora che Bonacini in serie B ci è arrivato con le sue gambe, grazie al Carpi, vorrebbe trasferire tutto a Padova. Compreso, sembra, staff dirigenziale e direttore sportivo.

Il Padova questa volta è vicinissimo a resettare tutto e ricominciare da campo. Senza Cestaro.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy