Cacia vuole andarsene, voci su una lite con Dal Canto

Cacia vuole andarsene, voci su una lite con Dal Canto

Commenta per primo!

Si è già rotto l’idillio tra il Padova e Cacia. Il bomber vuole andarsene e il suo procuratore sta lavorando per trovargli una nuova squadra. La voce ha già fatto il giro d’Italia da Livorno (“Mi dicono che Cacia voglia andarsene a tutti i costi e il Padova sta cercando un nuovo attaccante” ha ammesso candidamente il presidente amaranto Aldo Spinelli) a Genova sponda blucerchiata (dove Iachini ha subito chiesto di poterlo avere alla propria corte). Ma perchè Cacia, autore di un discreto bottino di reti (6 in 14 presenze) e di buone prestazioni con la maglia biancoscudata avrebbe deciso di fare le valigie, voltando anzitempo le spalle all’ambizioso progetto di Foschi? Cacia è arrivato in estate dal Lecce con la formula del prestito con diritto di riscatto e nei piani del ds e dell’allenatore sarebbe dovuto diventare il fulcro dell’attacco, uno dei punti di forza della corazzata guidata da Dal Canto. Proprio con il tecnico sembra invece che siano sorti dei problemi, una frattura a quanto pare insanabile: Cacia, forte di una clausola sul contratto che prevederebbe il suo impiego da “titolare” per l’intera stagione, avrebbe sbuffato dopo alcune scelte di formazione dell’allenatore. Ma il gelo tra i due è sceso dopo l’espulsione con la Nocerina, con il mister che avrebbe ripreso energicamente il giocatore dopo la manata in faccia al difensore della Nocerina costata il rosso e la squalifica per tre turni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy