Carpi-Padova, paradossi tra black-out e mercato

Carpi-Padova, paradossi tra black-out e mercato

Le lungaggini della Giustizia Sportiva aprono scenari quasi grotteschi: in attesa del verdetto della Corte di Giustizia sul black-out (arriverà la prossima settimana?), Carpi e Padova, come è normale che sia, si stanno muovendo sul mercato per modificare e correggere le rispettive rose. Il regolamento, però, riguardo la prosecuzione della partita parla chiaro: vanno schierati gli stessi giocatori che sono scesi in campo il giorno della gara, poi interrotta. Se in secondo grado dovesse essere confermata la sentenza del giudice sportivo che ha stabilito la prosecuzione della partita sospesa con i modenesi per il black-out allo stadio Braglia, il Padova se cedesse Colombi (al Carpi, fatalità) si troverebbe con un solo portiere, il giovane Maicol Murano (Mazzoni non era stato ancora tesserato). Il Padova, prima di formalizzare lo scambio Colombi-Nocchi (praticamente già deciso), aspetterà dunque il verdetto della Corte di Giustizia: ma se si dovrà continuare a giocare, tra i pali Mutti schiererà Colombi, che il giorno dopo potrebbe accasarsi al Carpi? Una situazione paradossale. 

In bilico tra le due società c’è anche Elia Legati, in cima alla lista dei desideri del ds emiliano Giuntoli. Lo stesso Giuntoli sogna in grande: vorrebbe portare a Carpi Ardemagni e Farias, come riferisce oggi la Gazzetta di Modena.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy