CESTARO: “A TRIESTE DOBBIAMO FARE UN BUCO NEL MURO”

CESTARO: “A TRIESTE DOBBIAMO FARE UN BUCO NEL MURO”

L’espressione del Presidente Cestaro tradisce quanto celato dalla sua bocca: la delusione per un risultato pronosticato ma certo non desiderato. “Loro sono venuti per difendersi e portare a casa il pareggio. -ha detto il Cavaliere- Sapevamo che si sarebbero barricati in difesa ma siamo partiti convinti di poter vincere, e nel secondo tempo in panchina con Sabatini credevamo di essere lì lì per riuscirci, ma quella dannata palla non entrava in rete.” La cornice di pubblico è stata da brividi che ne pensa Presidente? “Voglio dire grazie a tutti i padovani che ci hanno sostenuto oggi in maniera esemplare, e a loro lancio un appelo: Sosteneteci in massa anche a Trieste! Quanto alla splendida coreografia messa in scena dai ragazzi della curva, posso dire che mi sono commosso e ho subito chiesto di mettermi da parte una foto di quel momento”. Il Presidente ha poi manifestato la propria amarezza per disputare gli spareggi proprio contro gli amici triestini e ha ricordato la famosa frase del Paròn Rocco, triestino: “Che vinca il migliore? Speremo de no!”. Un ultimo pensiero al gol mancato. “Credo che un gol avrebbe fatto cadere lo stadio stasera con un pubblico del genere. A Trieste dovremo fare un buco nel muro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy