Cestaro-Rossi, i terreni e il nuovo ospedale

Cestaro-Rossi, i terreni e il nuovo ospedale

Nell’incontro di ieri tra il presidente Cestaro e il sindaco Ivo Rossi si è parlato anche del nuovo ospedale che dovrebbe sorgere accanto allo stadio Euganeo, un argomento piuttosto delicato che non si può scindere completamente dalla questione societaria (ve ne avevamo parlato qualche tempo fa, leggi qui). Cestaro possiede alcuni terreni attorno allo stadio, si tratta di un’area di quasi 115 mila metri quadri che Unicomm ha acquistato nel corso di questi dieci anni (gli ultimi lotti pochi mesi fa) con l’idea, come noto, di costruire un centro commerciale. Proprio lì invece sorgerà molto probabilmente il nuovo polo ospedaliero (che vede coinvolti 5 soggetti: Azienda ospedaliera, Comune, Provincia, Università e Istituto Oncologico Veneto), con l’automatico esproprio dei terreni di Cestaro, che incasserà poco più di 5 milioni e mezzo di euro. Il problema è che i tempi sembrano piuttosto lunghi e Cestaro, dicono i ben informati, non ha intenzione di lasciare completamente il Calcio Padova finche non saranno ceduti quei terreni.

Con Rossi si è parlato anche dei costi dello stadio Euganeo: il Padova attualmente paga al Comune 55 mila euro all’anno per l’affitto dell’impianto (in realtà non una cifra altissima se relazionata agli altri stadi comunali in A e B), Cestaro ha chiesto uno sconto in vista della prossima stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy