Cinque centrocampisti in cerca di un posto. De Poli: “Entro il 5 agosto decideremo sui giocatori in prova”

Cinque centrocampisti in cerca di un posto. De Poli: “Entro il 5 agosto decideremo sui giocatori in prova”

Il casting per il ruolo da regista è aperto. Le selezioni sono già iniziate e l’impressione è che la scelta definitiva possa arrivare soltanto ad agosto inoltrato. Se la rosa del Padova ha preso una sua fisionomia ben precisa in difesa e in attacco, il centrocampo resta ancora un rebus indecifrabile. Al momento l’unico giocatore in mediana sotto contratto è Davide Mazzocco, blindato dal Padova con un contratto triennale dopo la sparizione del Parma. Ne mancano tre o quattro per completare la rosa e di sicuro almeno un nome di spessore arriverà prima della fine del “mercato”. Per il resto si giocano gli ultimi posti i cinque giocatori in prova sbarcati in questi giorni in ritiro (ed è probabile che se ne aggiungano altri) e che stanno cercando di convincere dirigenza e staff tecnico. Gli italiani.  Stessa età (classe 1987) ma profilo molto diverso per Davide Carcuro e Claudio Poesio. Il primo è un veterano della serie B e della Lega Pro e negli ultimi anni si è fatto apprezzare per costanza e continuità di rendimento con le maglie di Salernitana, Ternana e Crotone. Un giocatore da prendere al volo se non fosse per il grave infortunio al ginocchio, che l’ha tenuto fuori più di metà stagione lo scorso anno con il Venezia. Ha accettato di rimettersi in gioco in prova e, se dovesse dimostrare di essere guarito bene dall’ultima operazione, ha buone chance di strappare un contratto. Per Poesio, storia diversa: una vita in Serie D, dove si è messo in luce come uno dei centrocampisti più completi della categoria. Per la prima volta ha l’occasione di fare il salto di qualità ed è uno dei giocatori più motivati saliti a Pieve di Cadore: «Ho fatto tante buone stagioni in serie D», spiega Poesio, l’ultimo anno in forza all’OltrepoVoghera. «Non so perché non mi è mai arrivata una vera chiamata dalla Lega Pro, ma adesso che è spuntata Padova, farò di tutto per restarci. È una piazza fantastica e il mio ex compagno alla Lavagnese, Amirante, me ne ha parlato molto bene». L’anno scorso la sua miglior stagione, condita da 10 gol. «Questo perché ho giocato anche in posizione più avanzata, ma ho fatto tanti campionati da centrale nel “4-4-2”. Mi piace inserirmi sotto porta e organizzare il gioco». Gli stranieri. Per tanti sono tre carneadi, ma in lizza per un contratto ci sono anche il croato Sanin Muminovic e gli svizzeri Matteus Senkal e Alban Ramadani. Quest’ultimo è la new entry, sbarcato alle 14.50 di ieri all’aeroporto di Venezia, si è già allenato con i nuovi compagni nel pomeriggio a Pieve. Ventun’anni ancora da compiere, è un classico mediano davanti alla difesa. Di origini kosovare (come tanti connazionali, vedi Behrami), cresciuto nel Servette, arriva in prova dopo una stagione nella serie C svizzera con il Nyonnais. Di Senkal, 25enne del Canton Ticino, si è già parlato, mentre sta scalando pian piano qualche posizione il croato Muminovic. Partito con la squadra da Piazzola, 24 anni, nato a Srebrenica, nell’ultima stagione ha giocato nella serie A slovena con lo Zavrc. Mancino, può essere utilizzato anche come terzino, ma si esprime meglio da regista: «Mi considero un giocatore abbastanza creativo», spiega. «Mi ispiro a Pirlo, Padova è una grande opportunità, ho trovato un bell’ambiente e farò di tutto per restare». Presente in ritiro anche il ds De Poli, che spiega: «Prenderemo una decisione definitiva sui ragazzi in prova, non oltre il 5 agosto. Ci sono dei profili interessanti, stiamo valutando». Altinier ko. In attesa della prima amichevole ufficiale di domenica, oggi andrà in scena una sgambata contro la selezione di disoccupati Verona All Star. In dubbio la presenza di Altinier, che ieri non si è allenato per un attacco influenzale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy