Dal Canto confermato, niente esonero. Domani ripresa degli allenamenti

Dal Canto confermato, niente esonero. Domani ripresa degli allenamenti

Caos a Padova, segui la situazione in tempo reale:

19.17: Un tifoso, Flavio ci chiede se la conferma di Dal Canto è dovuta al fatto che gli unici allenatori liberi (lui aggiunge anche “decenti”) sono molto costosi: sì, rispondiamo, anche quello è il punto. Cestaro non vorrebbe aggiungere un altro ingaggio pesante (la situazione non è proprio rosea, non è un mistero, i bilanci del Calcio Padova mettono i brividi). Del Neri è fuori portata (ingaggio attorno al milione di euro annuo), De Canio un po’ meno (500/600.000) poi ci sono Lerda (400/500.000) e Cavasin (300/400.000). Di liberi ce ne sono anche altri, nomi sicuramente meno “blasonati”, resta il fatto che il cambio a poche giornate dal termine rappresenta sempre un rischio. La situazione è molto complicata, non è assolutamente facile prendere una decisione in merito.

18.12: Andrea Baldin, nel suo consueto “Angolo tattico” cerca di dare una spiegazione razionale, tattica del disastro di venerdì sera: http://www.padovasport.tv/?action=read&idnotizia=4909

15.14: Presenti ieri all’Unicomm anche un gruppetto di ultras padovani che hanno voluto parlare con i giocatori, permesso accordato dai dirigenti biancoscudati. “Un colloquio dagli animi un po’ accesi ma costruttivo” si legge in una nota della Tribuna Fattori.

15.09: Ieri i risultati delle dirette concorrenti del Padova sono stati positivi per i biancoscudati, ma le inseguitrci aumentano. Il Padova rimane in zona play-off, a 56 punti: un punto di vantaggio sulla Sampdoria, tre sul Brescia, quattro sulla Juve Stabia (che ha anche quattro punti di penalizzazione) e cinque sulla Reggina. La lotta per conquistare l’accesso ai play-off è davvero apertissima.

15.08: Alberto ci scrive: “possibile che nessuno parli di nevio scala…padovano e con una certa mentalità ed esperienza!…PER QUANTO RIGUARDA BOVO & c. è meglio chi si diano prima di tutto una calmata, portando più rispetto per i tosi e che righino dritto perchè la pazienza è finita…anche se spero l’abbiano capita ieri sera…(dico spero perchè non li ritengo molto scaltri)…speremo ben…per loro ovviamente…”

15.07: Ancora tanti messaggi in redazione a PadovaSport, Michele N. scrive: “Purtroppo in questi casi chi ci rimette è sempre l’allenatore; i giocatori svogliati in campo sono sempre e comunque tutelati, ma quanti meriterebbero il “licenziamento per giusta causa”?? Ieri sera ho seguito la partita da casa e quando inquadravano il nostro grandissimo Presidente mi faceva una tenerezza immensa; Lui, Barbara Carron, tutti coloro che mettono soldi per la nostra squadra e sopratutto NOI non meritiamo questo! Ora ha poco senso fare nomi, perché appunto non si può mettere fuori rosa metà squadra, ma è PAZZESCO che il più giovane(Perin) stia onorando più di tutti la maglia Biancoscudata… ESEMPLARE!”

15.00: A breve l’ufficio stampa dovrebbe comunicare la sede dell’allenamento di domani, Bresseo o Montegalda?

14.58: Dal Canto riprenderà domani gli allenamenti. Il tecnico trevigiano è sereno, dice chi lo ha incontrato, ma nello stesso tempo molto determinato a dare una decisa svolta al campionato. C’è da riscattare sabato a Grosseto la figuraccia rimediata contro il Pescara e dimostare al presidente Cestaro di aver fatto la scelta giusta con la conferma della fiducia. Dal Canto, che in un primo momento sembrava non dovesse prendere parte al summit di ieri a Dueville, è arrivato nel quartier generale dell’Unicomm nel primo pomeriggio, ha parlato a lungo con Cestaro e Foschi, poi anche con Baraldi e Lorenzo, il figlio del presidente.

domenica, 13.00: Anche Ivo Rossi, vicesindaco di Padova, dalla Loggia Amulea dopo aver corso la mezza maratona, commenta la conferma di Dal Canto ma senza risparmaire critiche all’allenatore del Padova, leggi qui a parte le sue dichiarazioni: http://www.padovasport.tv/?action=read&idnotizia=4907

18.30: A breve riporteremo altri vostri commenti, intanto abbiamo raccolto alcune informazioni: la scelta di tenere Dal Canto è motivata da ragioni economiche. Non è il momento di aggiungere altri ingaggi pesanti nel Calcio Padova, questo il pensiero di Cestaro. Dal Canto rimarrà quasi sicuramente fino alla fine della stagione.

16.31: Così Foschi: “Ieri ho parlato a lungo con Dal Canto nello spogliatoio, se avessi notato in lui rassegnazione o poca convinzione l’avrei mandato via subito”.

16.17: Troppo poco il tempo a disposizione, minime anche le scelte per un eventuale sostituto. Dal Canto siederà sulla panchina del Padova anche a Grosseto, il tecnico trevigiano deve risollevare le sorti della squadra e cercare di ripetere il miracolo dell’anno scorso.

16.11: La quiete dopo la tempesta, il Padova resiste alla tentazione di cambiare e decide di proseguire con Alessandro Dal Canto in panchina, almeno fino a sabato prossimo. Ha vinto la linea del ds Foschi, il presidente Cestaro si è convinto, niente esonero nonostante il tonfo di ieri sera contro il Pescara. Cestaro ha riunito nei suoi uffici vicentini, c’erano anche i giocatori convocati a rapporto: alla fine, ha prevalso la scelta di continuare con Dal Canto, l’allenatore che l’anno scorso aveva portato il Padova ai play off dopo un’incredibile rimonta. Quest’anno, l’obiettivo degli spareggi era il minimo richiesto, dopo una campagna acquisti (sulla carta) da promozione. Ci riuscirà ancora? (gianlucadimarzio.com)

16.10: Confermato Dal Canto! Lo riporta in anteprima Gianluca Di Marzio sul suo blog. Si va avanti così, almeno fino a sabato.

15.37: Tifosi divisi su Foschi, Mirco non ha dubbi e lo sostiene: “Ma scusate cosa doveva fare di più Foschi? Ha sistemato la porta con tre ottimi portieri, Pelizzoli a costo zero. In difesa ha preso Schiavi (tra i migliori centrali l’anno scorso in B, media voto Gazzetta) e lo ha affiancato a Legati, che ha fatto benissimo nella scorsa stagione. Ha tenuto Renzetti, buon terzino, e a destra ha preso un giovane prospetto dell’under 21, Donati (scommettiamo che l’anno prossimo gioca in A? Chi lo critica non capisce niente di calcio). Per il centrocampo a 3 ha preso Osuji (fenomeno con il Varese), Milanetto da affiancare a Italiano e Marcolini. Gente che giocava in serie A. In attacco con il tridente ha dato la possibilità a Dal Canto di infinite scelte: Succi, Cacia, Ruopolo e Hallenius per la punta centrale, mentre sugli esterni le scelte sono Drame (giovane del vivaio da valorizzare), Lazarevic (ottimo con il Torino), Cutolo (fenomeno), Jelenic (oggetto misterioso, ma è stato provato solo 45 minuti!!). Numericamente siamo copertissimi, a gennaio è arrivato pure Bentivoglio. Magari è mancato un rinforzo in difesa, ma la rosa rimane di primissimo livello. Oltretutto porteremo a casa soldi importanti da Perin e Donati. Cacia è in prestito (costo zero), Ruopolo è arrivato a zero, a Milanetto l’ingaggio lo paga per metà il Genoa. Più di questo un ds non può fare. Chi lo critica, si dia all’ippica”.

15.36: Questo il commento del giornalista Leandro Barsotti sul blog de Il Mattino: “Dal Canto è pronto per la crocifissione. La parabola è compiuta. Il ragazzo predestinato, bello con i capelli lunghi e il linguaggio schietto, è arrivato un anno fa dal nulla, ha compiuto alcuni miracoli, i vecchi del Sinedrio  hanno cominciato a metterlo sotto accusa spesso per colpe non sue,  fino al bacio di Giuda finale. Il popolo ha sempre bisogno di un colpevole da uccidere sulla pubblica piazza. Così anche adesso a Padova: troppo difficile analizzare seriamente due stagioni gestite in modo fallimentare sia economicamente e sia per i risultati. Troppo difficile per il mondo del calcio”.

15.30: Spunta anche la possibilità di un ritiro in vista della trasferta di Grosseto, ma con Dal Canto in panchina? La situazione è molto delicata perchè, a differenza dell’anno scorso, non si può pensare a un traghettatore provvisorio: la classifica dice che i giochi sono ancora apertissimi, serve una scelta oculata, che permetta di imbastire un nuovo progetto. Non certo una soluzione a  breve termine per concludere il campionato.

15.25: L’ipotesi di Giovanni (un tifoso che ci scrive via mail): “I giocatori hanno capito che la situazione del Padova è molto delicata nel calcioscommesse, per non dire peggio. Questi ora pensano solo a salvare le chiappe, cosa gliene frega di sudare per conquistare i play-off e magari allungare la stagione (e accorciare le vacanze)??”

15.21: Tanti messaggi anche di tifosi che ringraziano Dal Canto per la favola dell’anno scorso, onore al merito anche se sono tutti d’accordo che al momento non si può andare avanti così. Michele ad esempio scrive: “Ancora tanti messaggi dei tifosi, 1) Stamattina nn ci credevo ancora di aver fatto una figuraccia del genere, pensavo fosse stato un sogno…mi ha riportato prontamente alla realtá un amico milanese che nn la finiva più di ridere!!! Vabbè perdere ma nn in questo modo! 2) mister Dal Canto: a mio modesto parere é lo stesso allenatore che ha portato Padova dalla partita con il Pescara dell’anno scorso a quella di ieri sera: nn dimentichiamolo con le Lodi che tutti si sono sprecati di fare quando è stato il caso. Sicuramente manca d’esperienza, ed ormai lo si è visto, soprattutto nelle gestione dello spogliatoio. Sicuramente la bella favola è finita ma onore al merito comunque! Purtroppo si fa sempre presto a dimenticare dove viaggiava il Padova circa due anni fa quando si pregava di nn retrocedere…Attraverso lo spareggio. Forza gente un pò di spirito costruttivo che andremo tutti insieme a Milano a prendere a calci il milanese!!! Forza Padova!!!!”

15.17: In corso la riunione a Dueville.

15.07: Comunicato AICB: “Nessuno ha mai rilasciato comunicati da parte ed in nome dell’AICB riguardo le giustificazioni del CONGELAMENTO (non annullamento) della trasferta di grosseto. Il congelamento è dovuto all’attesa dell’evolversi della situazione sportiva e societaria del calcio padova, non di certe in segno di protesta in merito all’esonero di dal canto. L’unico autorizzato a rilasciare giustificazioni è il ns Presidente Giorgio Ferretti. Preghiamo gli organi di informazione di retificare le informazioni non corrette rilasciate nei loro siti”. Sulla pagina facebook dei Gabbiani Biancoscudati è scritto invece: “L’AICB non farà la trasferta di Grosseto in segno di protesta”. Spaccata anche la tifoseria organizzata.

14.36: Via al confronto con la squadra. Presente anche Foschi, non c’è Dal Canto. Non abbiamo conferme sulla presenza o meno di Baraldi che comunque, al telefono, ci chiede di essere richiamato più tardi perchè impegnato.

14.25: Secondo Gianluca Di Marzio, anche Baraldi spingerebbe per l’esonero.

14.15: Alcuni tifosi in controtendenza sono soddisfatti del risultato, Matteo ci scrive: “Dobbiamo toccare il fondo per spiccare il volo, e ieri lo abbiamo toccato. Sono contento, ora mi aspetto la solita grande reazione da Padova”.

13.21: Foschi termina la conversazione con queste parole: “E’ logico che il presidente è arrabbiato, lo siamo tutti. E’ normale anche che qualcuno mi contesti, fa parte del gioco, è giusto così dopo un 6-0 in casa”.

13.19: Ancora Foschi ai nostri microfoni: “Non ho contattato nessun allenatore ancora, la squadra adesso è a Padova abbiamo questi due giorni di riposo e ci siamo presi 24 ore per decidere. Abbiamo subito una lezione incredibile ieri sul campo, ma è facile da fuori parlare di cambiare allenatore, ribaltoni e via dicendo”.

13.16: Foschi interviene a PadovaSport per fare il punto della situazione: “Che dire, questa è una situazione un po’ particolare, sconfitte così capitano una volta ogni cento anni, a me non era mai capitato. Posso dire che questa sconfitta non è figlia di questa società, del nostro progetto delle persone che ci lavorano, noi dobbiamo capire perchè è successo. Dal Canto? Ho parlato con lui ieri sera fino a tarda notte, sono uscito dalla sede all’una e mezza. Io vorrei continuare queste partite che mancano con lui, senza ribaltoni. Ho preso tempo, mi sto confrontando con il presidente e stiamo valutando”

13.00: Rino Foschi è già a Dueville da Cestaro.

12.55: A proposito di Baraldi ci sono importanti indiscrezioni che stiamo verificando.

12.50: Pubblichiamo questa mail di Mauro R. su Baraldi: “E’ casuale che l’arrivo di Baraldi, uomo di finanza e non di sport, abbia coinciso con un progressivo decadimento della qualità del gioco? ed è casuale che certamente nell’ambito di un normale organigramma aziendale, il ” potere” del direttore sportivo sia cambiato a dispetto e basta ricordare le affermazioni più volte esternate del presidente, sulla indispensabilità del raggiungimento della massima serie pena un grave buco di bilancio? non credo siano fantasie, è nella logica del mercato far valere un “bene” di più o di meno. tutto sommato, se ai tempi dell’esonero di Calori qualche allenatore di quelli contattati avesse detto di si, non avremmo mai parlato di Dal Canto come di un fenomeno, sarebbe lì ad allenare o questa o qualche altra primavera. Non sottovaluti Viafora da buon giornalista questi aspetti. e Zeman da questo punto di vista, insegna, non solo in campo ma guardi, magari a distanza di anni, che cosa succede nel mondo del calcio prima per doping e poi per scommesse. quanti giovani italiani di proprietà ha lanciato in questi ultimi 2 anni il calcio padova, un vivaio invidiabile a livello nazionale. e non vorrei dimenticare che De Franceschi insieme ad un gentiluomo di nome Sabatini sono stati gli ultimi a vincere qualcosa, un campionato che ci ha permesso di provare a sognare. grazie per lo spazio, mauro”

12.49: Tantissime mail in redazione, in tanti ci chiedete notizie sul possibile nuovo allenatore. Come sempre, cercheremo di aggiornarvi in tempo reale.

12.36: L’AICB non farà la trasferta di Grosseto per protesta. A meno che non si cambi l’allenatore. Club biancoscudati divisi, c’è chi sta comunque organizzando la prossima trasferta.

12.34: Increduli anche gli ex biancoscudati. Così Maurizio Coppola: “Indegni, non si può perdere senza lottare. Tutti a casa”

12.11: Secondo le prime indiscrezioni, Cestaro (che tra poco incontrerà la squadra) si sarebbe deciso: via Dal Canto, si cercherà in tutti i modi di non perdere l’accesso ai play-off.

12.00: Vediamo, in caso di esonero, quale tecnico potrebbe sedere sulla panchina del Padova. Ci sentiamo di escludere Del Neri (la conferma che l’ex Juve è inarrivabile ci arriva anche da Gianluca Di Marzio: “Impossibile”), il candidato forte è Franco Lerda. Più defilato Cavasin. Qualcuno parla di ipotesi interna, o un ex calciatore del Padova: difficile, Cestaro vuole dare una scossa decisa. Serve un nome d’esperienza.

11.57: Per quanto riguarda il vertice di oggi presidente-squadra, dovrebbe tenersi nel primo pomeriggio.

11.36: Tanti messaggi contro Foschi, contestato per la prima volta dai tifosi. Eppure noi siamo convinti che le colpe del ds siano minime in questo sfracello: anche quest’anno ci saranno importanti plusvalenze a bilancio, la rosa si poteva sicuramente migliorare a gennaio, ma quello del Padova resta un organico altamente competitivo e ben assortito. Sbagliata (secondo noi) la gestione del gruppo, Dal Canto paga cara l’inesperienza e una certa presunzione nelle scelte tattiche. Da censura l’atteggiamento di alcuni calciatori, che probabilmente si sono fatti scudo con l’allenatore, che non è mai entrato nelle simpatie della piazza. Con tanti leader in spogliatoio era necessario probabilmente una guida più “scafata”, più esperta.

11.34: Presa d’assalto dai tifosi la bacheca facebook della vicepresidente Barbara Carron che si limita a scrivere: “Io e Cestaro non lo meritiamo”. Massimo sostegno da parte della tifoseria biancoscudata a Cestaro e Carron. Feroci critiche contro allenatore, squadra e direttore sportivo.

11.08: Situazione davvero caotica, tanti gli scenari possibili. Lo 0-6 contro il Pescara potrebbe rappresentare un vero e proprio ciclone in casa Padova.

11.06: Secondo il giornalista Pedullà un candidato probabile è Lerda (ancora sotto contratto con il Torino), stessa opinione di Gianluca Di Marzio, che comunque non esclude la riconferma di Dal Canto.

11.00: TuttoMercatoWeb evidenzia i nomi di Cavasin e Lerda come possibili successori di Dal Canto.

10.09: A quanti ci scrivono chiarimenti sulla frase del presidente Cestaro ieri sera a caldo, davanti ai microfoni: “Potrei anche chiudere bottega…”: una dichiarazione forte, ma probabilmente dettata dalla forte delusione del momento. Non ci sentiamo comunque di escludere nulla.

10.07: Intanto arrivano pesanti messaggi contro Bovo che si sarebbe rifiutato di andare sotto la tribuna Fattori al termine della gara. Solo Donati e Portin si sono avvicinati ai tifosi al fischio finale, poi Cano ha cercato di convincere Bovo trascinandolo. Il mestrino avrebbe risposto “Che ca**o ci vengo a fare….”.

10.05: I giocatori del Padova si assumeranno le proprie responsabilità, ma c’è anche chi renderà conto al presidente di un malessere crescente nella gestione Dal Canto. Ci sono alcune situazioni molto calde in spogliatoio che potrebbero convincere Cestaro a esonerare l’allenatore trevigiano.

10.00: Come vi abbiamo riferito ieri in tarda serata, la prima mossa di Cestaro è stata la convocazione dell’intera squadra a Dueville, nella sua azienda. Contemporaneamente Foschi ha ricevuto l’ordine di sondare il terreno con altri allenatori liberi (non c’è molta scelta).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy