Denunciato ultras biancoscudato, rischia un Daspo

Denunciato ultras biancoscudato, rischia un Daspo

È stato identificato il tifoso del Padova che, sabato pomeriggio dopo il derby, ha aggredito un tifoso del Cittadella all’esterno del bar Twins di via Verdi, provocandogli ferite alla testa, costate venti punti di sutura e venti giorni di progonosi. Il tifoso, conosciuto dalla polizia perché noto esponente della curva biancoscudata, sarà denunciato per lesioni. La questura chiederà per lui anche un provvedimento di Daspo. Rischiano il Daspo (preventivo) anche altri tifosi biancoscudati coinvolti nella rissa davanti al bar. Una rissa nata pochi minuti dopo la partita, per futili motivi. All’inizio, secondo le ultime ricostruzioni, sembra si stesse parlando solo di calcio e della situazione di entrambe le squadre. Quindi la situazione sarebbe degenerata, creando un parapiglia che ha coinvolto una decina di biancoscudati e otto cittadellesi. Ad avere la peggio, quindi, è stato un trentenne tifoso granata, che dopo essere stato colpito con un pugno dal biancoscudato è caduto a terra sbattendo la testa. È ancora da capire se le aggressione sia avvenuta a mani nude o se il tifoso del Padova abbia colpito la vittima anche con un oggetto trovato sui tavolini esterni del bar.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy