Dro-Padova, il patron Angeli vuole giocare nel suo stadio: “Quando ci ricapiterà  di affrontare i biancoscudati? Sarà  una festa per tutta la comunità “

Dro-Padova, il patron Angeli vuole giocare nel suo stadio: “Quando ci ricapiterà  di affrontare i biancoscudati? Sarà  una festa per tutta la comunità “

di Redazione PadovaSport.TV

Loris Angeli, storico patron del Dro, vuole a tutti i costi portare il Padova nello stadio della società gialloverde. C’è dunque la possibilità che la partita, in programma domenica 16 novembre, non venga spostata a Rovereto. «Siamo già al lavoro da una settimana – spiega il massimo dirigente droato Loris Angeli al quotidiano Trentino – per organizzare nel migliore dei modi quello che per la società, ma più in generale per la comunità di Dro, sarà un evento con la “E” maiuscola. Quando mai ci ricapiterà di affrontare il Padova? Per questo questa partita la vogliamo giocare sul nostro campo. Avremmo potuto andare a Trento o Rovereto, ma non avrebbe avuto senso. La Questura ci ha dato il benestare e ci stiamo adoperando per accogliere nel migliore dei modi i numerosi tifosi del Padova». Si ok, ma se veramente dovessero arrivare 500 spettatori dalla città del Santo dove saranno sistemati? «Nelle due tribune – prosegue Angeli – che destineremo interamente ai tifosi ospiti. Chiederò un piccolo sacrificio ai supporters di casa, che non sono mai troppi, che dovranno posizionarsi a Nord (sotto il monte, ndr) sul lato corto del campo. Lì, tra posti in piedi e qualche panchina, possono stare un centinaio di persone. Tutti gli altri posti (tutti a sedere, ndr), che sono complessivamente 600, saranno invece per la tifoseria veneta». Ma cinque – seicento spettatori significano anche pullman e, soprattutto, tante automobili. «Sulla strada “vecchia”, che dal paese porta al campo sportivo, verrà istituito il senso unico e l’altro lato della carreggiata servirà per il parcheggio delle vetture. E, inoltre, utilizzeremo un’ampia area come area dedicata alla sosta posta proprio all’inizio della salita dove sistemeremo anche una biglietteria. Per quanto riguarda, invece, la sala stampa, utilizzeremo anche lo spazio posto a sinistra della cabina per dare ospitalità nel migliore dei modi ai tantissimi giornalisti che ogni domenica seguono il Padova».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy