Due certezze all’alba del 2013

Due certezze all’alba del 2013

All’inizio del 2013 all’ombra del Santo sono due le certezze. Da una parte la classifica dice che si può ancora cullare il sogno play off, dall’altra è chiaro che, al di là di chi siede in panchina, per arrivare tra le prime sei c’è da mettere mano in maniera piuttosto massiccia sul materiale umano a disposizione. Il primo atto ufficiale del Padova nel mercato di riparazione, pronto ad aprire i battenti, sarà il deposito del contratto di Emiliano Bonazzoli che si è accordato da tempo con la società. L’attaccante sarà il diciottesimo elemento della lista dei 18 fuori quota ammessi in B, ma tale elenco vedrà sicuramente più di una variazione, con almeno due volti nuovi già virtualmente in rosa. Nelle prossime ore dovrebbe essere perfezionata l’operazione che porterà in biancoscudato il regista Manuel Iori con la formula della comproprietà. L’ex Cittadella, 31 anni a marzo, in questa stagione ha militato nel Cesena, ma è di proprietà del Chievo, come l’attaccante Pablo Granoche che con l’identica formula e sempre via Chievo, si trasferirà in terra romagnola. Ultimo ostacolo per la definitiva fumata bianca, l’accordo economico da trovare tra la punta, che non ha giocato a Lanciano, lasciando il ritiro anzitempo, e la società bianconera. Giuseppe De Feudis, altro centrocampista (classe 1983) pronto ad approdare a Padova a titolo definitivo, con un contratto biennale. Anche in questo caso il più è fatto, salva qualche pendenza da risolvere con il Torino con cui è legato fino a giugno. Gli lascerà il posto in campo e nella lista dei 18 Nwankwo Obiora, pronto a rientrare al Parma e impegnato a breve in Coppa d’Africa. Il giovane nigeriano era inserito tra i fuoriquota, essendo arrivato in prestito secco.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy