Ecco come cambia l’organigramma del Padova. Chi va e chi resta

Ecco come cambia l’organigramma del Padova. Chi va e chi resta

Del vecchio Padova rimarrà poco. Con l’arrivo di Diego Penocchio, escono di scena alcune figure storiche della società biancoscudata. Non ci sarà spazio, come già riferito, per Gianluca Sottovia (legato al Padova da un contratto a tempo indeterminato): il dirigente padovano in questi anni ha ricoperto numerosi ruoli, partendo da segretario del settore giovanile e arrivando ad assumere la carica di amministratore delegato. Senza troppi scrupoli la nuova società lo ha liquidato, ma la risoluzione del contratto spetterà a Marcello Cestaro. Stesso discorso per Ivone De Franceschi, legato per un altro anno di contratto al Padova, e Chicco Crovari. Per entrambi non è previsto un ruolo in società (inizialmente sembravano poter far parte del team di osservatori). Per quanto riguarda le altre aree: Alberto Noventa di GSport, come noto, prende il posto di Gianni Potti e curerà il marketing (la parte commerciale, cartellonistica e rapporti con sponsor e fornitori in primis), con la collaborazione di Matteo Salvadego e Nicolas Mantero (già nel Padova da qualche anno) mentre la comunicazione e l’immagine sarà curata da Elisa Penocchio. I rapporti con la stampa, il sito internet e i profili sui social media saranno invece ancora compito di Massimo Candotti, con la collaborazione di Dante Piotto. Resterà in società invece Simone Marconato, declassato però a segretario del settore giovanile al posto di Fabio Pagliani. Il ruolo di Marconato è stato assegnato al cosentino Mangiarano. Potrebbe infine rimanere vacante il ruolo di team manager, dopo la rinuncia per questioni economiche di Matteo Mascetti (aveva chiesto l’alloggio, abitando a Verona. Richiesta negata).

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy