El Shaarawy: “Non vedo l’ora di giocare con Ibra e Pato”

El Shaarawy: “Non vedo l’ora di giocare con Ibra e Pato”

Stephan El Shaarawy non vede l’ora di iniziare la sua nuova avventura con la maglia del Milan. Il Faraone è pronto a deliziare la platea rossonera e intanto si concede ai microfoni di TuttoMercatoWeb.

El Shaarawy, partiamo dagli esami di maturità.

“Stanno andando molto bene. Sono stato fortunato perché gli argomenti sono tutti quelli che ho trattato durante l’anno”.

Dopo la maturità è atteso da un altro esame, il Milan.

“Si, è un esame di maturità anche questo. Sarà una grande avventura, dovrò dimostrare il mio valore e spero di fare bene”.

Ha fatto bene con la Primavera del Genoa e altrettanto al Padova. Si sente pronto per un salto così grande?

“È un salto nella realtà di un grande club. Dovrò dimostrare più di ciò che ho fatto al Genoa e al Padova. Avrò accanto dei grandi campioni che spero mi diano una mano e mi auguro di entrare a far parte del mondo del grande calcio”.

Cosa si aspetta dalla sua nuova avventura?

“Sicuramente l’atmosfera è motivante. Spero in una grande accoglienza da parte di tutti: società e compagni”.

Ha letto le dichiarazioni di Allegri? Ha speso parole d’elogio nei suoi confronti.

“Si e mi ha fatto piacere leggerle. Ricevere questi attestati di stima da un grande allenatore come Allegri è motivo di soddisfazione. Spero di ripagarlo sul campo”.

Come se lo immagina il suo esordio con la maglia del Milan?

“Innanzitutto spero sia a San Siro (sorride,ndr). Me lo aspetto emozionante, in uno stadio davvero caloroso come quello rossonero. Sarà una prova emozionante, ma proverò a scendere in campo in maniera tranquilla”.

Con quale calciatore del Milan non vede l’ora di giocare?

“Sono tutti campioni. Ma giocare accanto ad Ibrahimovic e Pato è motivo di grandissima soddisfazione”.

I tifosi del Genoa però, sono arrabbiati per la sua cessione.

“Mi sarebbe piaciuto giocare un altro anno al Genoa perché è stata la società che mi ha fatto crescere. Sarebbe stato bello tornare, mi dispiace tanto ma è impossibile rifiutare un’offerta dal Milan”

Quanto rammarico per non aver centrato la serie A con il Padova?

“Tantissimo rammarico. Avevamo fatto, da febbraio in poi, un grandissimo campionato. Eravamo ad un passo dalla serie A. Ma sono contento di ciò che ho e abbiamo fatto a Padova”.

Nell’ultima partita Dal Canto ha scelto di farla uscire dal campo dopo diciassette minuti perché il Padova era rimasto in dieci. Non si è lasciato andare a reazioni plateali.

“Ero molto amareggiato, però sono riuscito a mantenere la calma senza fare scenate. Ho rispettato la scelta del mister”.

Gasperini, suo ex allenatore, è il nuovo tecnico dell’Inter.

“Gasperini è un grandissimo allenatore. Ci sta tranquillamente, ha tutte le potenzialità per allenare l’Inter e penso che, con i nerazzurri, farà bene”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy