Espulsione Niccolini, la versione di Santi (Clodiense): “Già  dall’inizio minacciava di picchiarmi”

Espulsione Niccolini, la versione di Santi (Clodiense): “Già  dall’inizio minacciava di picchiarmi”

“Già dall’inizio diceva di volermi picchiare, ed è andata a finire come pensavo visto che mi ha dato un pugno a gioco fermo. L’arbitro poi ha espulso erroneamente Davide (Sentinelli, ndr), ma visto che con lui siamo amici ho voluto salvarlo e ho spiegato all’arbitro l’accaduto”. E’ la versione dell’attaccante Riccardo Santi della Clodiense, riguardo all’espulsione costata tre turni di squalifica al difensore biancoscudato Niccolini. Sul Padova Santi ha aggiunto: “Merita la promozione, basta vedere l’organizzazione della società, il tifo, la squadra”. Niccolini-Sentinelli, una coppia di difensori che ricorda un po’ i centrali arcigni e ruvidi del Padova di Rocco: “Dispiace per Daniel, che stava facendo una grande partita – racconta Sentinelli – e poi ha commesso un’ingenuità. Siamo una coppia abbastanza cattiva ed esperta, ci teniamo a non prendere gol. Con la Clodiense poi sapevamo di incontrare un attacco forte e volevamo fare bella figura”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy