EZIO ROSSI: “TIFERO’ TRIESTINA”

EZIO ROSSI: “TIFERO’ TRIESTINA”

Se nell’anno di permanenza a Padova Ezio Rossi non era riuscito a conquistare le simpatie dei padovani, figuriamoci ora. Già, perchè l’ex allenatore biancoscudato tra il 2000 e il 2003 ha allenato proprio la nostra avversaria ai playout, e senza tanti giri di parole ha dichiarato “Spero che vinca la Triestina”. Poi il tecnico torinese ha puntualizzato: “L’esperienza di Trieste ha significato molto per me, mentre quella di Padova non mi ha lasciato nulla, non ho nemmeno avuto il tempo di esprimermi.”

Sarà al “Nereo Rocco” allora sabato?

Sì certo, ho già il biglietto per la tribuna. Sono ancora a Gallipoli al momento, ma verrò su apposta per la partita.

Come ha visto il Padova?

Venerdì all’Euganeo i biancoscudati mi son sembrati in difficoltà. D’altronde alla prima partita di uno spareggio il fattore nervosismo diventa determinante. Credo che vincera chi sarà più forte psicologicamente e saprà tenere i nervi saldi.

Uno spareggio tra Triestina e Padova se lo aspettava?

Credo non se lo sarebbe immaginato nessuno. Sono due belle squadre, con un organico importante, che avrebbero potuto fare un campionato diverso, ma le cose sono andate così. Vedere due squadre del genere ai playout mi sembra quasi impossibile.

Che ne pensa del gesto dei tifosi alabardati dopo Padova-Triestina di rigettare indietro le maglie lanciate loro da alcuni giocatori?

Posso capirli. Quando tifi una squadra che può ambire a risultati importanti e poi si ritrova in ballo per retrocedere è abbastanza normale. Il conflitto con la squadra nei tifosi nasce per la delusione di una stagione al di sotto delle aspettative e delle possibilità. È successo anche a Padova.

Passando dai playout ai playoff, il suo Torino domenica si giocherà la A…

Infatti da Trieste partirò per Brescia e andrò al Rigamonti a vedermi la partita. Credo che il Torino sia favorito perchè da quando ha capito di puntare più sulla qualità che sui grandi nomi ha raccolto i frutti. Forse il Toro ha meno da perdere rispetto al Brescia, dove ci sono giocatori di fama e una serie A sfuggita per troppi anni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy