I tifosi ci scrivono: il futuro del Padova

I tifosi ci scrivono: il futuro del Padova

Commenta per primo!

Pubblichiamo tre e-mail che ci sono arrivate in questi giorni a proposito del possibile disimpegno di Cestaro dal Calcio Padova nei prossimi anni e di eventuali nuovi soci all’orizzonte:

Luca: “Cari amici di Padova Sport, mi sembra di capire che qualcosa si stia muovendo in questi ultimi mesi in società. L’arrivo di Baraldi, il figlio di Cestaro che viene alla conferenza stampa, le voci su nuovi soci… è arrivato il momento di dire addio al Cavaliere secondo voi?

Matteo: “Ho letto del possibile ingresso in società di Zanetti della Segafredo, ma Baraldi non aveva smentito questa ipotesi alla presentazione?

Antonio: “Caro direttore, Cestaro mi sembra intenzionato a mollare il Padova. Non si spiegherebbe davvero l’arrivo di Baraldi: il Cavaliere è un grande personaggio che ha dato tantissimo a questa città, ora si sta guardando intorno per cercare di lasciare la società in mani forti, Baraldi lo aiuterà. Ma aldifuori di Padova chi potrebbe entrare?”

Indubbiamente il Padova è arrivato a un bivio. A giugno potrebbe esserci una svolta epocale, molto dipenderà dalla categoria che affronteremo l’anno prossimo. La società è pronta per il grande salto, non lo era due anni fa e nemmeno l’anno scorso. Se dovesse arrivare la promozione, Cestaro potrebbe defilarsi gradualmente, lasciando magari un posto di rappresentanza in società al figlio Lorenzo. Quale grosso imprenditore potrebbe sostituirsi a Cestaro? Con Zanetti della Segafredo non c’è niente allo stato attuale delle cose, l’anno scorso lo stesso giornale che ieri ha rilanciato la notizia del possibile ingresso di Zanetti nel Padova (già smentita da Baraldi, lo stesso Zanetti e da Tronchetti, ad della Segafredo) scrisse di una trattativa in fase avanzata sempre verso marzo tra Cestaro e Renzo Rosso della Diesel, mai confermata (Rosso alla Gazzetta disse solamente che nel corso degli anni gli furono offerti vari club: Napoli, Samp, Genoa, Vicenza, Padova, Venezia, Treviso ma che lui non ha mai pensato di investire fuori da Bassano…). Si tratta quindi per adesso di voci senza alcun fondamento. (Ste.Via.)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy