I tifosi ci scrivono: la questione stadio, Ivo Rossi e il mercato

I tifosi ci scrivono: la questione stadio, Ivo Rossi e il mercato

Riportiamo alcune mail dei nostri lettori, di seguito in corsivo la risposta.

Carlo scrive: “Salve, vi seguo sempre, siete nella lista dei miei siti preferiti e vi apprezzo molto per il buon fare giornalistico che avete. Volevo semplicemente far presente alle istituzioni cittadine che il problema principale per noi tifosi è solo UNO: LO STADIO EUGANEO. Anche a me non piace assolutamente che le istituzioni padovane si avvicino al Padova solo quando è ora di campagna elettorale o quando ci sono i grandi eventi perchè poi a noi che lo seguiamo quotidianamente ci sa di “moda”, e sinceramente di “presa in giro”. Allo stesso tempo, sinceramente non mi piaciono i cori offensivi ad personam.

Il Padova e Cestaro come patrimonio per la città andrebbero seguiti più quotidianamente o comunque con un occhio di riguardo. UNO perchè non dimentichiamoci che è il signor Cestaro è un cittadino privato che spende di tasca propria affinchè la squadra di calcio del Padova possa rendere felice la CITTA’ STESSA e le persone PADOVANE. DUE perchè sono anni che spende per NOI PADOVANI (compreso il sindaco e tutti gli assessori)senZa avere benchè un minimo ritorno economico.

Ecco io credo che l’unica cosa su cui dovrebbe realmente concentrarsi il COMUNE per riprendere un rapporto deteriorato da quando si è passati dall’Appiani all’ Euganeo è la questione STADIO. Ovvio che quando parlo di stadio, parlo di ammodernamento e costruzione perlomeno di una curva vicino al campo.Parlo di impegni concreti e non si false promesse o di dichiarazioni che poi si spengono come al solito in un nulla di fatto. Io la penso cosi..non è un discorso politico assolutamente, ma a quanto pare alle istituzioni padovane, tutto ciò non passa minimamente per il cervello..E NON VENITEMI A DIRE CHE NON CI SONO FONDI..PERCHE QUELLI QUANDO NE HANNO BISOGNO LI TROVANO. Ho tentato di essere più sintetico possibile, e di andare al nocciolo della questione senza tante manfrine, anche perchè credo che avrete altro a da fare. Un saluto.”

Davide scrive: “Salve ho letto l’articolo di ivo rossi su padova sport!!! Io ieri sera non ero presente, ma se ci fossi stato forse avrei fischiato….e’ da sempre che il calcio padova a padova non viene minimamente considerato!si da’ più’ importanza… al rugby,al volley e al basket; senza parlare del nuovo palazzetto per l’atletica indoor all’euganeo!! Accetto tutto ma non che mi si NEGHI la liberta’ di fischiare un’amministrazione che se ne infischia della squadra della mia citta’!!!”

E’ vero Davide, la libertà di contestare non si deve negare. Ma in un’occasione di festa come quella al Pedrocchi, ritengo che sia fuori luogo impedire addirittura al vicesindaco di aprire bocca. Tantopiù che Ivo Rossi è un tifoso sfegatato del Padova. (Ste.Via.)

Luca scrive: “Complimenti innanzitutto per il lavoro che fate, credo che per Padova sia addirittura un lusso avere un sito così aggiornato e ben curato come Padova Sport. Vorrei sapere se si sa qualcosa del possibile sostituto di Foschi, nel caso dovesse andarsene veramente da qui. Grazie!

Anonimo scrive: “Ma il direttore sportivo chi lo decide? Cestaro? Non ho mai ben capito su che basi il presidente possa prendere decisioni strettamente tecniche….”

Cestaro è ancora convinto di trattenerlo per cui ancora non ci sono contatti concreti con altri ds. Qualora Foschi dovesse decidere di lasciare Padova, il presidente si confronterà con Sottovia e verranno prese delle decisioni. Esistono altri consiglieri non ufficiali, come ad esempio Battista Pastorello, o altri personaggi legati al mondo del calcio. Cestaro incontra tante persone prima di scegliere, giusto per farsi un’idea. Spesso magari sbaglia, altre volte indovina. Racconto un aneddoto: due anni fa Cestaro incontrò a Dueville sia Paratici (attualmente capo-osservatore alla Juventus), sa Bigon (attualmente ds del Napoli). Li scartò entrambi. (Ste.Via.)

Cosma scrive: “Sito fantastico, ma perchè non curate con la stessa attenzione anche pallavolo e rugby??”

Ci stiamo attrezzando! (Ste.Via.)

Gianluca scrive: “Ci sono possibilità concrete di un ripescaggio? Se sì, ce la faremo a costruire una squadra da serie A?”

Attualmente direi un 10%, l’Atalanta è inguaiata (soprattutto per l’incontro con il Piacenza), il Padova invece sembra non aver problemi per la partita contro gli orobici. Se tieni conto che il grosso delle operazioni viene fatto di solito nella seconda metà di agosto, il tempo di aggiustare la squadra c’è. In ogni caso può essere concessa una deroga di tempo, se la decisione di Palazzi dovesse slittare più avanti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy