Il Gazzettino: “àˆ la rivincita di Cestaro”

Il Gazzettino: “àˆ la rivincita di Cestaro”

Commenta per primo!

Riportiamo da Il Gazzettino:

Chissà come sarà felice il presidente Cestaro. Bersagliato dalle critiche ferocissime dei tifosi per l’esonero di Pea, il patron si è preso la sua rivincita nel segno di Colomba, da lui fortemente voluto: tre punti dal sapore speciale e un gruppo ritrovato sul piano del carattere. Certo, anche la fortuna ha dato una mano al Padova (era successo pure con Pea), ma i meriti della squadra restano. E vanno sottolineati: la capacità quasi chirurgica di sfruttare gli errori avversari e la disponibilità al sacrificio nei momenti difficili sono infatti requisiti indispensabili per puntare a traguardi ambiziosi. Il valore aggiunto è poi Farias, sempre più decisivo sotto porta. Una nota di merito anche a Piccinni, al debutto dal primo minuto: tra i difensori è quello che se l’è cavata meglio di fronte all’arrembaggio dello Spezia. Sin qui la partita. Un passo indietro però è necessario. Schierarsi dalla parte di Pea per i risultati ottenuti sul campo, come hanno fatto molti tifosi, è stato più che legittimo. Ma farlo passare come un allenatore infallibile e soprattutto insostituibile è stata una mistificazione della realtà, oltre che un atto di poco rispetto nei confronti di Cestaro, quasi dileggiato e offeso per averlo cacciato. Lo abbiamo già scritto: Pea aveva fatto terra bruciata attorno a sè, il presidente ne ha avuto coscienza e anche a costo di una decisione impopolare si è preso la responsabilità di esonerarlo. Non è la prima volta che succede nel mondo del calcio e non sarà l’ultima. Le beatificazioni a prescindere e i processi sommari non fanno però il bene del Padova.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy