Il Gazzettino: perplessità  per le scelte di Mutti

Il Gazzettino: perplessità  per le scelte di Mutti

Commenta per primo!

Un punto che muove la classifica e poco altro. Il modesto 0-0 con il Brescia solleva ulteriori punti interrogativi sulla consistenza tecnica e psicologica della squadra biancoscudata. Colpa questa volta anche delle scelte prudentissime di Mutti che di fronte a un avversario senza attaccanti di ruolo ha proposto una linea difensiva a cinque, con Legati e Laczko a proteggere sugli esterni i tre centrali. Un atteggiamento che inevitabilmente ha finito per inibire il tasso di pericolosità della squadra, nonostante la buona volontà dell’esordiente Radrezza, schierato a sorpresa dal primo minuto con il duplice compito di svariare alle spalle delle punte nell’azione offensiva e di braccare Budel quando invece il pallone era tra i piedi dei giocatori ospiti. Di fronte a una strategia di questo tipo, è venuto quasi naturale che sia stato soprattutto il Brescia a fare la partita. Sette i calci d’angolo battuti nel primo tempo dalle Rondinelle a certificare una superiorità inequivocabile nello spirito d’iniziativa e nel palleggio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy