Il Varese non perde in casa da due anni e sette mesi

Il Varese non perde in casa da due anni e sette mesi

Due anni e sette mesi per un totale di 53 risultati utili in fila. Questo è il periodo di imbattibilità del “bunker” Franco Ossola, lo stadio di Varese. I lombardi nel proprio impianto sono un vero e proprio schiaccia-sassi. La squadra di Dal Canto sabato proverà a violare il tempio biancorosso, consapevole che si tratta di un vera e propria impresa sportiva. Ecco tutte le altre curiosità sulla sfida tra Varese e Padova (all’andata terminata con il risultato di 3-2 per la formazione di Sannino).

A partire dalla stagione 1964-’65 sono otto gli incontri che hanno messo di fronte il Varese al Padova, con un bilancio di una vittorie del Varese, cinque pareggi e due vittorie padovane a cui si aggiungono le sette marcature biancorosse e gli otto gol subiti. La prima sfida va in scena il 16 Ottobre 1966, valida per la sesta giornata di Serie B che vide il Padova trionfare per una rete a zero grazie alla marcatura di Carminati al 19° minuto del primo tempo. La positiva stagione del Varese – nelle cui file militavano tra gli altri Sogliano e Anastasi – si concluse con il secondo posto e la promozione in Serie A mentre il Padova terminò in sesta posizione.

Nel 1983-’84 Varese-Padova finisce in parità: il 20 Maggio 1984 l’autorete di Tomasoni al 55° minuto seguito dalla marcatura dello stesso al 75° caratterizzò la 16° giornata di ritorno sempre di Serie B, concluso in quinta posizione dal Varese e in decima dal Padova.

Stagione 1984-’85, 8° giornata di ritorno del campionato cadetto: il 24 Marzo 1985 si registra la vittoria biancorossa per uno a zero grazie al gol di Di Giovanni all’87° minuto, seppur a fine campionato il Varese terminò in diciottesima posizione e retrocedette mentre il Padova concluse occupando la quattordicesima piazza.

Il 1° Dicembre 1985 Varese-Padova, sfida valida per l’11° giornata di andata della Serie C1 termina in pareggio, con le due squadre che terminano il campionato in settima posizione (Padova) e al diciassettesimo posto il Varese che equivale alla retrocessione.

Altra sfida e altro pareggio il 22 Novembre 1998 quando Varese e Padova terminano la gara – valida per l’11° giornata di andata di C1 – sull’1-1 grazie alle reti di Cornacchini al 21° del primo tempo e al pareggio biancorosso siglato da Zago quattro minuti più tardi. Una sola lunghezza caratterizza la classifica finale delle due squadre: Varese tredicesimo e Padova quattordicesimo.

Nuovo pareggio nel campionato 2001-2002 sempre per 1-1: il 9 Dicembre 2001 la sfida della 15° giornata di andata di C1 è caratterizzato dalle marcature di Gasbarroni, autore del rigore al 18° del primo tempo e al pareggio padovano di Sinigaglia al 41° della ripresa. Varese sesto e Padova nono al termine della stagione.

Grappolo di gol il 20 Ottobre 2002 quando il Padova vince per 4-3 sul Varese all’8° giornata di andata di C1: apre le marcature Succi al 42° del primo tempo per il vantaggio del Padova a cui risponde Rinaldini per il Varese al 2° della ripresa; triplo vantaggio padovano con le reti di Ginestra al 6° e di Sotgia al 34° e al 36° del secondo tempo seguiti dal gol di Nielsen al 40° e da quello di Ragatzu al 47° minuto. La stagione termina con il Padova al quinto posto mentre il Varese conclude quindicesimo.

L’ultima sfida valida per la 5° giornata di andata di C1 è datata 28 Settembre 2003 e non regala particolari emozioni terminando 0-0, un pareggio che permette al Padova di terminare all’8° posto mentre al Varese di chiudere il campionato al terz’ultimo posto e di retrocedere in C2.

Al “Franco Ossola” si preannuncia una partita ricca di emozioni e di colpi di scena anche questa volta. Attualmente la formazione biancorossa ha totalizzato60 punti, frutto di 14 vittorie, 18 pareggi e5 sconfitte,mentre il Padova vanta49 punticonquistati grazie alle 11 vittorie e ai 16 pareggi, a cui si aggiungono le 10 sconfitte. A livello di realizzazioni il Varese è andato a segno46 volte subendo 28 reti;per quanto riguarda gliavversari sono54 i gol realizzati e 45 quelli subiti. Il miglior marcatore biancorossoè il nigeriano Giulio Ebagua,andato a segno9 volte (7 da titolare e 2 da subentrato) in 24 presenze con una media gol/presenze di 0.37 e una media gol/minuti pari a 229;per quanto riguarda il Padova, il cannoniere èDavide Succi,che ha trovatola via del gol in 15 occasioni (tutte da titolare con tre doppiette) in 20 presenze con una media gol/presenze di 0.75 e una media gol/minuti pari a 120.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy