La questione Plebiscito spacca l’AICB, altri club seguono Tomat

La questione Plebiscito spacca l’AICB, altri club seguono Tomat

Commenta per primo!

Non naviga certo in acque tranquille l’AICB, la più longeva e attiva associazione di tifosi biancoscudati. Dopo l’uscita del club Fossa dei Leoni che, per bocca del presidente Aldo Tomat, aveva lanciato pesanti accuse al direttivo dell’Associazione, ora tocca al Club Piermario Morosini rendersi indipendente. “La decisione – si legge nel comunicato – nasce all’indomani di alcune situazioni e atteggiamenti che non possono esser in nessun modo accettati e condivisi in quanto non appartengono a quegli ideali che noi abbiamo sempre portato avanti e in cui crediamo: la fiducia e il rispetto per le persone e per il loro operato, la trasparenza e la chiarezza, la condivisione delle decisioni, da quelle più importanti a quelle che sembrano insignificanti ma che hanno comunque un grande valore”.  Pomo della discordia il traferimento allo stadio Plebiscito del Calcio Padova (previsto per la stagione 2017/18), osteggiato dall’AICB e appoggiato invece da numerosi club. Nei giorni scorsi anche i sodalizi “Lele Pellizzaro” e “In3pidi” avevano preso le distanze dall’AICB, che a breve (si dice) potrebbe anche cambiare presidente: lo “storico” Giorgio Ferretti dovrebbe passare la mano a Ilario Baldon.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy