Linea dura con i “dissidenti”, ecco la situazione

Linea dura con i “dissidenti”, ecco la situazione

Commenta per primo!

Cuffa, Vantaggiato, Modesto, Pasquato e Santacroce. Sono i cinque giocatori che hanno incontrato il presidente Penocchio, poco prima dell’ultima sconfitta in campionato, a fine dicembre contro l’Avellino. Non ci sarebbe più sintonia con l’allenatore, questo in sintesi quanto ribadito dalla “delegazione”, in rappresentanza, sembra, di tutta la squadra. La società sta cercando di muoversi senza fare troppo rumore, ma le strategie sono chiare. Si sta cercando, d’accordo o meno con i giocatori in questione, di trovare una sistemazione a coloro i quali si sono mostrati insofferenti verso il tecnico Bortolo Mutti. Ecco, nel caso dei cinque giocatori della delegazione, quali scenari potrebbero aprirsi:

Cuffa: l’argentino ha già una certa esperienza in fatto di “delegazioni”, partecipò anche alla spedizione da Cestaro quando Pea era in procinto di tornare sulla panchina del Padova al posto di Colomba. La dirigenza biancoscudata è stata chiara, poco più di quindici giorni fa, alla ripresa degli allenamenti è stato detto a Cuffa di ritenersi libero di cercare un’altra squadra. Si è arrivati molto vicini allo scambio con la Juve Stabia (al Padova sarebbe arrivato Suciu), dove Pea lo ha richiesto espressamente, ma la trattativa è saltata perchè lo stesso Padova ha bloccato l’operazione, un po’ per il complicarsi di altre trattative per il centrocampo, un po’ per la possibile reazione (negativa) dei tifosi. Cuffa adesso, però, si aspetta il rinnovo del contratto. Ma siamo quasi certi che non arriverà.

Modesto: arrivato dal Parma in estate, l’esperto terzino ha chiuso da infortunato il 2013, ma la sua esperienza in biancoscudato sembra essere giunta al capolinea. L’ostacolo però è la cessione: il Padova lo ha inserito senza successo in più di uno scambio (per ultimo con il Livorno, al posto di Gemiti).

Pasquato: tra i cinque è il giocatore che più difficilmente lascerà Padova. Eppure i rumours attorno al suo nome non si placano, tanto che Valentini avrebbe già pensato al sostituto, Mazzarani del Modena.

Vantaggiato: l’attaccante non rientra più nei piani di Mutti e si sta guardando in giro, ma anche in questo caso l’ostacolo alla cessione riguarda l’ingaggio. Mutti non lo considera come esterno, tanto che ieri ha fatto bloccare la cessione di Voltan al Cosenza (era già in aeroporto!) e come punta centrale gli preferisce Rocchi e, in caso, Melchiorri. 

Santacroce: dall’entourage del giocatore al momento trapela un certo ottimismo sulla possibile cessione, il Parma sta lavorando per trovare una nuova destinazione al giocatore. Novità potrebbero arrivare soltanto durante gli ultimi giorni di mercato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy