Luiso: “A Dal Canto hanno dato una piccola Ferrari”

Luiso: “A Dal Canto hanno dato una piccola Ferrari”

Commenta per primo!

Pasquale Luiso è intervenuto questa sera durante la trasmissione PadovaSport. Il Toro di Sora come noto è un grande fan di Alessandro Dal Canto: “Ha fatto cose pazzesche – ha detto – e ottenuto risultati straordinari giocando un buon calcio. Quest’anno gli hanno dato in mano una piccola Ferrari e ci si aspetta tanto, almeno disputare i play-off. Sicuramente questo Padova non può perdere a Gubbio… Se non vai ad affrontare la partita con la giusta mentalità non vinci, c’è poco da fare. Io ricordo quell’anno in B con la Samp, mister Bellotto (ospite in studio durante la trasmissione) subentrò con la squadra in zona retrocessione e ci salvammo alla penultima giornata con uno squadrone. Puoi avere anche i Cutolo in squadra, ma se trovi davanti uno come Pucino del Varese che va a 300 all’ora non c’è fuoriclasse che tenga”. Una battuta sui frequenti esoneri in B: “C’è poca pazienza, bisogna dare possibilità ai giovani allenatori di dimostrare quello che valgono, almeno due tre mesi. La gavetta? A volte non è necessaria, la bravura ce l’hai o non ce l’hai. Per dirvi, Andrea Sottil che ha fatto il corso di Coverciano con me e non aveva allenato mai neanche i pulcini è stato chiamato al Siracusa e sta facendo benissimo”. L’erede di Luiso? “Mi rivedo in Tiribocchi come forza fisica, temperamento, colpo di testa, ma anche Cacia mi somiglia. Certo, era un altro calcio… non voglio fare paragoni forzati”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy