Mbakogu, un altro po’ di Africa nel futuro del Padova

Mbakogu, un altro po’ di Africa nel futuro del Padova

C’è il Mali del baby prodigio Drame, ma c’è anche la Nigeria di Jerry Mbakogu nel futuro del Padova. Questo finale di campionato sta regalando soddisfazioni a go-go al settore giovanile biancoscudato. Un indizio che, finalmente, è tornato in auge il vivaio di casa nostra, che nel passato ha saputo sfornare un gran numero di talenti? Il tempo lo dirà. Intanto, dopo l’exploit dell’attaccante franco-maliano, fatto esordire con il Portogruaro da Dal Canto, gli occhi sono tutti puntati adesso su un altro giovane classe ’92 in prestito alla Juve Stabia. Jerry Mbakogu, appunto, stesso anno di nascita di Drame ma nativo di Lagos, Nigeria. Dribbling e velocità i suoi marchi di fabbrica, la punta delle vespe ha un idolo ben preciso che gli ha fatto valere il soprannome (inevitabile) di “Drogba di Castellamare”. Dopo la doppietta al Carpi in Coppa Italia, Jerry è salito in cattedra anche in campionato: fondamentale il suo contributo nella vittoria che ha permesso alla Juve Stabia di espugnare (non c’era riuscito nessuno finora) il campo della capolista Nocerina. Con uno splendido assolo, l’attaccante africano dalla destra ha permesso all’esperto Corona di realizzare il gol del momentaneo 2-0. L’allenatore Braglia lo impiega nel ruolo di esterno destro d’attacco nel tridente, proprio come Dal Canto utilizza Drame. Il Padova sta valutando l’ipotesi di richiamarlo in prima squadra già dalla prossima stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy