Mezzocorona-Padova, Thomassen ristabilito. Biglietti in vendita solo allo stadio di Rovereto

Mezzocorona-Padova, Thomassen ristabilito. Biglietti in vendita solo allo stadio di Rovereto

Commenta per primo!

Il Padova ieri pomeriggio ha ripreso gli allenamenti alla Guizza: all’orizzonte c’è la sfida di domenica (a Rovereto) contro il Mezzocorona, penultimo in classifica. Sul campo servirà a tutti i costi un’altra vittoria, magari sperando che il Ripa La Fenadora possa mettere ancor più i bastoni tra le ruote all’Altovicentino, che dopo essere caduto domenica a Sacile ora è tornato ad inseguire con 5 lunghezze di distacco. Carmine Parlato può essere ottimista: a parte i lungodegenti Petkovic e Busetto, l’intera rosa è a disposizione. Ieri pomeriggio è tornato ad allenarsi regolarmente anche Dan Thomassen, ormai pienamente ristabilitosi dal fastidio muscolare che l’aveva colpito qualche settimana fa, mentre tra oggi e domani è atteso il ritorno di Filippo Pittarello, che ha concluso l’esperienza al Torneo di Viareggio. La squadra, dopo la doppia seduta in programma oggi, domani alle 15 sosterrà l’amichevole del giovedì contro lo Janus agli impianti “Ceron” di Selvazzano. Verso la trasferta. I biglietti a disposizione dei tifosi del Padova (circa 1.300) per il match dello stadio “Quercia” di Rovereto non saranno venduti in prevendita, ma verranno distribuiti direttamente allo stadio il giorno della gara, a partire dalle ore 13. Rispetto alla gara con il Mori, dovrebbero aumentare i tifosi al seguito: l’Aicb sta organizzando infatti la trasferta in pullman al costo di 5 euro grazie alla partnership con Birra Antoniana. Partenza domenica alle 9.30 dal capolinea del tram alla Guizza, per informazioni 338.4578666 o 329.4246440. Viareggio. È finita ieri l’avventura al Torneo di Viareggio della Rappresentativa Serie D. Agli ottavi di finale l’ha spuntata l’Inter allenata da Stefano Vecchi, ex tecnico del Carpi, e trascinata dal bomber Federico Bonazzoli, un gioiellino di 17 anni che sta indossando la maglia nerazzurra per l’ultima stagione, visto che da giugno sbarcherà alla Sampdoria, la quale per averlo ha sborsato la bellezza di sette milioni di euro. Dopo averlo lasciato a Roberto Mancini e alla prima squadra la settimana scorsa, ieri l’Inter ha deciso di calare sul tavolo l’asso di briscola, schierando Bonazzoli titolare contro i baby dilettanti. I quali, a dispetto del blasone e dei nomi sul campo, se la sono cavata egregiamente: è finita 1-0 proprio con un gol di Bonazzoli, ma la Rappresentativa avrebbe meritato certamente di più. Il biancoscudato Pittarello, subentrato nel finale di gara, non è riuscito a riacciuffare il risultato, mentre, suo malgrado, è stato il difensore dell’Este Tulhao a combinare la frittata in occasione del gol-vittoria nerazzurro con un retropassaggio impreciso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy