Molon: “Abbiamo perso tantissimi talenti in estate, ma ora stiamo ricostruendo il vivaio. E la futura Berretti…”

Molon: “Abbiamo perso tantissimi talenti in estate, ma ora stiamo ricostruendo il vivaio. E la futura Berretti…”

Dalla ricostruzione in estate, al futuro con il probabile allestimento della formazione Berretti (in caso di Promozione): Giorgio Molon, ospite di #PadovaNelCuore, ha parlato a 360 gradi del settore giovanile: “In estate abbiamo passato un periodo terribile – le parole di Molon – con la dispersione di un grande patrimonio di ragazzi. Cos’ho pensato vedendo che i grandi club ce li soffiavano a zero? Chi li ha presi ha fatto senza dubbio un affare… Milan, Inter, Torino, Genoa, Roma, Empoli. La Roma si è assicurata ad esempio Gervasio (classe 2000) e  Ndoj (’96), ma ci sono molti esempi. Dopo il crollo delle certezze con l’ufficialità della non iscrizione, non potevamo fermarci, perchè il settore giovanile deve avere continuità. Dovevamo dare una risposta immediata a tutto il movimento, tecnici, famiglie, ragazzi e questa risposta è arrivata grazie a due figure, Bergamin e Bonetto, che mi hanno dato da subito importanti garanzie”. Su Busetto: “Fabio ha dei valori umani di alto livello, dovrebbero essere tutti così. Un giocatore deve trovarsi al posto giusto nel momento giusto, insieme a persone che sappiano valorizzarlo”. Sul futuro: “Gli Juniores nazionali diventeranno automaticamente Berretti? Come organico nella Juniorse abbiamo pochi elementi del ’96, che era l’annata terminale, dunque l’ossatura possiamo mantenerla. Dobbiamo però attrezzarci per colmare alcune lacune dovute alle note vicende. Ma se la prima squadra andrà in Lega Pro, non ci sarà solo la Berretti a livello giovanile, ma anche ad esempio gli allievi nazionali”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy