Alessandria-Padova, le pagelle: buona prova generale, Petkovic su tutti. E se Altinier avesse segnato il 2-1…

Alessandria-Padova, le pagelle: buona prova generale, Petkovic su tutti. E se Altinier avesse segnato il 2-1…

Le pagelle di Alessandria-Padova

Commenta per primo!

Petkovic 7: Ripetutamente decisivo. Se il Padova oggi ha conquistato un buon punto su un campo difficile quale quello del Moccagatta, una buona fetta di merito va indubbiamente attribuita anche al suo portierone serbo. A trafiggerlo ci hanno provato in tanti, ma lui ha risposto sempre presente sia tra i pali che in fase di uscita. Unica eccezione sul tema, il gol di Marconi. Ma lì ci sarebbero voluti i superpoteri…

Dionisi 6,5: Un paio di sbavature non ne macchiano una prestazione grintosa e rocciosa, specialmente nella prima frazione. Spende il fallo tattico ad inizio ripresa per poi accusare la stanchezza, ma senza mai cedere.

Diniz 6,5: Bada alla sostanza, più che all’estetica. Rude quanto basta, spazza lontano gran parte dei palloni che transitano dalle sue parti e non perde mai l’occasione di ringhiare sui portatori di palla avversari. In più, proiettatosi in avanti al 76′, fornisce ad Altinier un ottimo servizio purtroppo poi mal sfruttato dall’attaccante mantovano. Panzer.

Fabiano 6,5: Il centrale brasiliano griffa oggi, contro l’avversario più temibile, una delle sue fin qui migliori prestazione in biancoscudato. E’ infatti lui, insieme a Petkovic, ad impedire all’Alessandria di trovare il gol del pari già nel corso del primo tempo sventando puntualmente qualsiasi pericolo si materializzi nella propria area di rigore. Operazione poi ben proseguita nella ripresa, quantomeno fino alla rete di Marconi. Marcatura non impeccabile sull’autore del gol piemontese. 

Favalli 6: Una gara attenta ed accorta, la sua. Costantemente attento a non sbilanciarsi, preferisce non concedere spazi piuttosto che avventurarsi in avanti a supporto della manovra offensiva. La conseguenza? Nessuna occasione piemontese a fine gara risulta scaturita dalla sua fascia di competenza. E sì che gli avversari non erano certo dei più agevoli…

Ilari 6,5: Vede oggi ben pochi palloni, date le lunghe fasi di pressione dell’Alessandria nella metà campo biancoscudata. Quando però viene imbeccato in contropiede il suo dovere lo fa eccome, come dimostra l’assist che fornisce ad Altinier in occasione del punto dell’1-0.

Bucolo 6: Ritmi e garra sempre alti, purtroppo però con eccessiva confusione e frenesia in fase di costruzione della manovra. Qualche lancio “alla cieca” lo si sarebbe potuto anche evitare…

Corti 6: Di ritorno dall’infortunio al coccige, anche l’ex Varese evidenzia poca lucidità in più di un frangente, facendo comunque ugualmente sentire il proprio contributo in mezzo al campo. Peccato per il fallo che gli costa l’ammonizione e dal quale nasce il successivo gol di Marconi.

Petrilli 6,5: La giornata è speculare a quella del suo compagno di reparto Ilari. Con la differenza che in occasione del gol di Altinier è lui a far partire l’azione servendo ottimamente lo stesso Ilari tra le linee della difesa piemontese. Una giocata tanto illuminante quanto decisiva: una giocata alla Petrilli.

(dal 91′ Mazzocco): s.v.

Neto Pereira 6: Forse oggi da lui qualcosina in più i tifosi se lo sarebbero aspettato. A tratti eccessivamente bizantino, non riesce mai a trovare la via della porta né a dimostrare la consueta intesa con Altinier. Per carità, un rigore se lo guadagnerebbe anche, ma l’arbitro risulta di diverso avviso…

Altinier 6,5: Il pallone buono gli arriva. E lui, abile a farsi trovare al posto giusto al momento giusto, non tradisce. Nella ripresa, però, eccolo commettere l’errore che non ti aspetti, calciando debolmente da buona posizione su sponda di Diniz il pallone del 2-1. Roba da mangiarsi le mani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy