Altinier: “Contento per i gol, devo tutto ai miei compagni. Ora prendiamo il massimo da ogni partita poi faremo i conti”

Altinier: “Contento per i gol, devo tutto ai miei compagni. Ora prendiamo il massimo da ogni partita poi faremo i conti”

Commenta per primo!

Quattro reti nelle ultime tre gare e doppia cifra raggiunta in campionato: Cristian Altinier è il simbolo della ritrovata fiducia della squadra biancoscudata che cerca un posto nei play-off. Il “9” del Padova è andato a segno con Renate, Mantova e Pavia, in quest’ultimo caso con tanto di doppietta, la prima all’ombra del Santo, dimostrando di attraversare uno splendido momento di forma come lo stesso bomber mantovano fa sapere al Gazzettino: “Effettivamente è un momento molto bello e il fatto che coincida anche con quello della squadra mi fa ancora più piacere. Sono davvero soddisfatto: a parte che segnare per un attaccante è sempre piacevolissimo, sono stati anche gol importanti e la cosa mi gratifica anche alla luce di come era iniziata la stagione. Fino a novembre non capivo bene quale fosse il mio ruolo, non ero titolare e sono state più le partite nelle quali sono rimasto fuori per cui non mi sentivo un giocatore importante. Ora invece la situazione è cambiata. La doppia cifra? È motivo di grande orgoglio, devo tutto ai miei compagni senza i quali non potrei fare niente. Ora dobbiamo ottenere il massimo da ogni partita e poi faremo i conti. Mi sento di fare parte di un gruppo che sta crescendo e mi fa molto piacere”.
Anche l’anno scorso Altinier si era scatenato nel girone di ritorno dopo un inizio di stagione sottotono, arrivando a siglare 17 gol con la maglia dell’Ascoli: “Vero, l’anno scorso e quest’anno per motivi diversi non ho giocato molto nella prima parte di stagione, trovare continuità e fiducia per un giocatore è fondamentale. Siamo cresciuti, e soprattutto nelle ultime partite abbiamo preso consapevolezza di noi stessi. Il fatto di avere raggiunto la salvezza con così largo anticipo ci permette di sognare: perché non farlo, restando sempre con i piedi per terra e continuando a lavorare come stiamo facendo senza mollare un centimetro. L’obiettivo è ancora un po’ lontano, però mancano due mesi e tutto è possibile. Non è facile, ma giochiamoci le nostre carte. La continuità nei risultati ti permette di restare agganciati fino alla fine. Quante percentuali ha il Padova? È un po’ presto per dirlo, ma di solito 55 punti bastano per raggiungere il quarto posto”.
Dopo avere battuto con una grande prestazione il Pavia, sabato è già ora di un altro confronto con una diretta rivale, il Pordenone, attualmente terzo con sei punti in più dei biancoscudati: “Insieme alla Maceratese è la squadra rivelazione dei tre gironi di Lega Pro – continua Altinier – e ha dimostrato di essere forte perché tutte quelle vittorie di fila non si fanno per caso. È reduce dalla sconfitta con il Bassano, ma non ne è uscito ridimensionato. Vorrà rifarsi subito, e noi siamo desiderosi di metterci alla prova con un avversario che ci precede in classifica. È una partita molto stimolante. Finora abbiamo fatto vedere di essere una buona squadra che nonostante qualche difficoltà iniziale è arrivata fino a qui, e ora dobbiamo dimostrare sul campo di potercela giocare con quelle davanti”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy