Sala stampa Sambenedettese-Padova, Bisoli: “Bravi a restare compatti, avremmo meritato di più lunedì”

Sala stampa Sambenedettese-Padova, Bisoli: “Bravi a restare compatti, avremmo meritato di più lunedì”

di Redazione PadovaSport.TV

Queste le dichiarazioni dei protagonisti al termine di Sambenedettese-Padova.

Bisoli: “Nel primo tempo abbiamo avuto varie occasioni per andare in gol, ma non siamo stati bravi a concretizzarle. Poi, nella ripresa, dopo la traversa di Guidone la Samb è venuta fuori con grande prepotenza. Noi però siamo rimasti compatti, non ci siamo fatti creare molti grattacapi, ma effettivamente stavamo concedendo troppo campo. E poi il calcio è crudele: lunedì zero gol su dodici angoli, oggi uno su quattro. Sì, magari la vittoria l’avremmo meritata più lunedì, ma questo sport è così: una volta ti dà, una volta ti toglie. Oggi nessuno avrebbe gridato allo scandalo se la gara fosse finita in parità. L’attacco? Ci manca un po’ lo spunto individuale, ma la squadra sta crescendo. La scoppola di Renate ci ha fatto bene. E adesso la classifica è in linea con le aspettative. Se possiamo crescere ancora? Almeno del 20-30%. Gente come Guidone, Belingheri, Chinellato e Candido non ha certo dimenticato come fare gol. Nel primo tempo, comunque, le occasioni le abbiamo avute. E sono contento che Bindi sia stato chiamato in causa solo a seguito di nostri errori. Non era semplice, perché la Samb ha continuamente cercato di creare superiorità sulle fasce. Sono convinto di avere almeno sei difensori di alto livello, oltre ai due giovani che stanno crescendo”.

Cappelletti: “Segnare su calcio d’angolo era forse l’unica occasione che avevamo per riuscire a segnare oggi. Prima del corner avevamo chiesto un rigore, l’arbitro non l’ha assegnato, ma forse è stato meglio così: sono riuscito a segnare anticipando il difensore. Faccio sempre quel movimento lì. Per quanto riguarda il resto della gara, sapevamo che la Sambenedettese poteva metterci in difficoltà sulle ripartenze, abbiamo concesso qualcosa già nel primo tempo, ma poi nella ripresa siamo stati bravi a soffrire e a non perdere la testa. Così abbiamo continuato a giocare trovando poi il gol. Forse siamo stati un po’ meno solidi rispetto a lunedì sera, ma la Serie C è questa: se non prendi gol, prima o poi uno lo riesci a fare. Quattro punti tra Vicenza e Samb non sono comunque niente male: avremmo firmato tutti per un rendimento del genere. Effettivamente, avremmo forse meritato di vincere più il derby, quindi diciamo che oggi ci siamo ripresi ciò che abbiamo lasciato sul campo lunedì. Ora continuiamo su questa strada, carichi e contenti”.

Mandorlini: “Quella di oggi è una vittoria pesantissima. Vista l’importanza della gara in chiave campionato, oggi l’obiettivo principale erano i tre punti, dunque sono molto contento. Lo sono anche perché, pur soffrendo un po’ nel finale, siamo sempre stati compatti e non abbiamo mai concesso occasioni nitide. Giocare su questo campo infatti non è mai facile, oltretutto la Samb è una squadra viva dotata giocatori brevilinei che ti possono sempre mettere in difficoltà. Ora ci prendiamo questi tre punti d’oro, ma li consideriamo solamente l’inizio di un lungo cammino. Noi sappiamo bene dove vogliamo arrivare, questa era una gara decisiva e averla vinta ci dà molta fiducia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy