Bisoli: “Stiamo lavorando bene. L’obiettivo è trasmettere ai nuovi la mentalità che avevamo l’anno scorso”

Bisoli: “Stiamo lavorando bene. L’obiettivo è trasmettere ai nuovi la mentalità che avevamo l’anno scorso”

di Tommaso Rocca

Le parole di mister Bisoli dopo la prima settimana di ritiro a Masen di Giovo: “Sono molto contento di questi primi sette giorni, della situazione che si è creata e del piglio con cui i giocatori stanno affrontando il ritiro. L’unico problemino è stato quello della piccola distorsione a Serena ma per il resto sono soddisfatto per perché il gruppo sta proeguendo sulla strada dell’anno scorso. Stiamo lavorando molto e bene, la mattina sul piano fisico e di forza, il pomeriggio ci dedichiamo alla tattica e tecnica. L’inserimento dei nuovi procede bene, stiamo cercando di inculcargli la mentalità che aveva il gruppo dell’anno scorso. La difesa a 3? Stiamo lavorando su questa nuova soluzione perché secondo me in Serie B é un’arma importante. Il 4-3-1-2 che tanto abbiamo usato la scorsa stagione resta comunque un’opzione valida. Cosa mi aspetto domani? Avremo le gambe pesanti e non posso pensare di avere la squadra brillante ma l’importante è che i ragazzi dimostrino di avere assimilato i concetti che abbiamo provato fin qui, davanti e dietro. I nuovi? Dovranno entrare con la grinta e la voglia che aveva il gruppo l’anno scorso, Bonazzoli è un giovane con grandi qualità, dovremo avere pazienza, non mettergli pressione. Vogliamo proseguire sulla strada dello scorso anno, abbiamo mantenuto il blocco dello scorso anno per avere dei vantaggi. Capelli e Della Rocca? Non scopro oggi che sono grandi professionisti, sanno che con me c’è da lavorare, e da far fatica ma hanno calcato grandi palcoscenici e sapevamo potevano integrarsi al meglio con questo gruppo. Rispetto all’anno scorso qui si respire un clima diverso, si vede che i tifosi sanno che veniamoda un’annata dove abbiamo fatto grandi cose e faremo di tutto per non deluderli anche in questa stagione. Il Cesena? Mi dispiace, ho passato lì 5 anni importanti e credo tutta la serie B perda una grande piazza ma le regole devono essere uguali per tutti. Credo sia ora di fare pulizia e che nel calcio italiano devano proseguire solo squadre che come il Padova prima di fare manovre avventateci pensano due volte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy