Cappelletti: “Al momento niente di concreto, ma tornare a Padova mi farebbe molto piacere”

Cappelletti: “Al momento niente di concreto, ma tornare a Padova mi farebbe molto piacere”

Con la partenza di Diniz e il passaggio al modulo con tre difensori il reparto arretrato biancoscudato è in cerca di nuovi elementi che possano far comodo all’idea di calcio di mister Brevi. Detto che per Michele Russo, quest’anno alla Cremonese, siamo ormai ai dettagli il nome nuovo che viene accostato al Padova è quello di Daniel Cappelletti, già ex biancoscudato nel 2010/11 (3 presenze in serie B) e che in questa stagione ha vinto il campionato a Cittadella. Il Padove e nello specifico Giorgio Zamuner ci sta pensando anche se nulla di ufficiale è ancora avvenuto come lo stesso Cappelletti intervistato dal Gazzettino fa sapere: “Onestamente anch’io ho letto e sentito qualcosa e mi risulta che siano state chieste informazioni su di me, ma in questo momento non c’è nulla di concreto. Penso che stiano ancora sondando. Se arrivasse un’ offerta mi farebbe sicuramente piacere. In Lega Pro Padova è una delle squadre più importanti e blasonate. Essendoci già stato, del resto, conosco l’ambiente e so che si tratta di una bella piazza”. Tra l’altro il modulo che Brevi vuole adottare con la difesa a 3 pare essere su misura per un giocatore come Cappelletti, impiegato nelle ultime stagioni sia da centrale col Cittadella sia da terzino con la Nazionale italiana alle Universiadi in Corea del Sud (dove ha vinto l’oro): “Ho giocato con il 3-5-2  per una parte di stagione al Sudtirol, ma sicuramente la posizione di terzo di mezzo sarebbe l’ideale per me, perché la giusta via tra i ruoli di centrale e terzino destro o sinistro, che normalmente ricopro. Vedremo, per me sarebbe quasi come un’altra prima volta dato che nella mia prima esperienza a Padova ero un ragazzino e non avevo molto spazio”. Se son rose…fioriranno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy