Casting allenatore, la situazione aggiornata: ecco i nomi al vaglio di Zamuner

Casting allenatore, la situazione aggiornata: ecco i nomi al vaglio di Zamuner

Proseguono gli incontri del dg biancoscudato Giorgio Zamuner, ancora in fase esplorativa per quanto riguarda la scelta del nuovo allenatore. Vi possiamo dire, per adesso, che non c’è nessun nome in pole position: è un momento delicato e il Padova si è preso il tempo necessario per non commettere errori di valutazione. Ciò non significa che si andrà troppo per le lunghe: già la prossima settimana potrebbero esserci novità.
Qui di seguito ci sono alcuni dei profili che piacciono alla dirigenza del Padova, vediamo nel dettaglio:

Sottili. In questo momento rappresenta il giusto compromesso tra ingaggio, idee tattiche e curriculum. Toscano di Figline Val d’Arno, classe ’69, adotta spesso il 4-2-3-1. Conosce bene la Lega Pro, quest’anno ha condotto l’Arezzo a un onorevole quarto posto.

Tedino. Due club di B che lo hanno richiesto, hanno già sistemato la panchina (Brescia e Entella). Ci sono però i play-off da concludere con il Pordenone e un presidente (Lovisa) sempre troppo “complicato” da gestire. Pista evergreen, ma difficoltosa.

Grosso. Fa parte di una serie di profili di allenatori emergenti con un passato da calciatore importante alle spalle, in grado di gestire bene la piazza padovana, anche a livello comunicativo.

Brocchi. Vale il discorso fatto per Grosso.

Petrone. Più defilata come possibilità, ha il vantaggio di conoscere bene la categoria e i giocatori di Lega Pro.

Colucci. In ottimi rapporti con Zamuner, è stato avvistato insieme al dg del Padova anche ieri durante Inter-Chievo di Primavera. Ha fatto bene con la Reggiana, pur sostituito da Menichini.

Foscarini. Non verrà confermato a Livorno, il presidente Spinelli aveva messo in chiaro fin da subito che in caso di mancata promozione avrebbe cambiato tecnico. Non ci sono ancora stati contatti con il Padova, è un nome che piace a Bonetto.

Auteri. Sotto contratto con il Matera fino al 2018, ha chiesto però maggiori garanzie tecniche al club lucano. Non si dovrebbe arrivare al divorzio. Nessun contatto ancora con il Padova

K. Zeman. Dopo l’esperienza a Reggio Calabria, sono aumentati gli estimatori di Zeman junior. Nell’ambiente calcistico si parla di lui come un predestinato, molto intelligente tatticamente e abile a gestire e motivare il gruppo. Ha offerte da squadre del nord di Lega Pro.

Magi. Se ne è parlato, ma a oggi non risulta una prima scelta.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy