De Risio: “Non meritavamo di giocare i play-off, la classifica alla fine è sempre sincera”

De Risio: “Non meritavamo di giocare i play-off, la classifica alla fine è sempre sincera”

Carlo De Risio è stato tra i protagonisti principali della lunga cavalcata del girone di ritorno. A Bassano è tornato titolare in mezzo al campo dopo l’infortunio che sembrava aver chiuso in anticipo la sua stagione: «Siamo tutti molto dispiaciuti, ma purtroppo il calcio è anche questo – spiega il centrocampista, intervistato da Il Mattino – Sapevamo che a Bassano sarebbe stata difficile, ma nonostante qualche errore individuale abbiamo tenuto bene il campo e ce la siamo giocata fino alla fine. E se avessimo fatto quel gol nel finale del secondo tempo avremmo riaperto tutto». La delusione più grande è proprio su quel destro di Petrilli calciato tra le braccia di Rossi, un tiro che avrebbe potuto riscrivere la storia. «Sapevamo di avere un solo risultato, e quando mister Pillon ci ha gridato dalla panchina che l’Alessandria stava perdendo, pur in dieci uomini abbiamo avuto le possibilità per ribaltare la partita. Abbiamo dato tutto. Le opportunità per cambiare il nostro destino ci sono state, a maggior ragione sabato scorso. Ma non siamo stati in grado di sfruttarle». A questo punto, raggiunto in classifica proprio dalla Reggiana, il Padova può solo tirare fuori l’orgoglio e difendere il quinto posto, che è comunque una buona base da cui ripartire. «Alla lunga, credo che ogni squadra meriti di stare dove si trova – spiega De Risio – Se non abbiamo raggiunto i playoff evidentemente non meritavamo di giocarli, ma credo che la squadra non abbia comunque molto da rimproverarsi. Affrontiamo l’ultima partita con l’Alessandria, e poi vediamo cosa succederà. Per quel che mi riguarda, a Padova in questi sei mesi sono stato davvero molto bene».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy