Emerson: “Piazza importantissima, toccherà a noi portare ancor più tifosi allo stadio”

Emerson: “Piazza importantissima, toccherà a noi portare ancor più tifosi allo stadio”

Ultimo allenamento della settimana cercando un pò di fresco in mattinata per la truppa di Oscar Brevi. Ieri alla Guizza tutti in campo alle 11 e quindi un pò di riposo fino a lunedì.
Annullata la prevista amichevole con l’Altovicentino per un generale affaticamento di tutta la rosa, la giornata di ieri ha visto Neto Pereira, Germinale e Russo lavorare a parte in palestra, mentre Altinier sta ancora recuperando da una botta rimediata in amichevole con il Campodarsego.
La prossima settimana invece sarà quella della definizione di alcuni punti interrogativi di mercato, con la prevista ufficializzazione di Alfageme in attacco, e dovrebbe prevedere almeno un paio di sfide amichevole, per permettere a tutti di avvicinarsi all’ultima parte di preparazione di mettere da parte qualche minuto di partita e soprattutto inserire al meglio nei meccanismi di squadre i neo acquisti.
Tra i nuovi arrivi che hanno già potuto esordire ufficialmente con la maglia biancoscudata c’è Emerson Ramos Borges, difensore centrale trentaseienne dal sinistro potente, arrivato da Livorno dove ha giocato anche una stagione in serie A. La prima partita ufficiale sette giorni fa con Seregno all’Euganeo è stata dolceamara: «Sarebbe stato meglio passare il turno per continuare la preparazione con delle partite ufficiali – ammette Emerson – Comunque è stata una buona prestazione. L’impatto con i tifosi è stato positivo: in una partita di coppa, alle sei del pomeriggio d’estate, non si vede dappertutto un pubblico del genere».
La presenza di 1500 persone è stata solo un assaggio di quello che ci si può attendere durante la stagione sugli spalti: «Questa è una piazza importantissima, non lo devo dire io, c’è grande entusiasmo. Partita dopo partita dipenderà da noi portare sempre più gente allo stadio». «Stiamo lavorando bene, stiamo cercando di fare quello che ci chiede l’allenatore – continua Emerson – È ancora presto, perchè sono cambiati alcuni giocatori e anche l’allenatore è nuovo e quindi i meccanismi sono diversi».
Una settimana che ha visto ancora tanto lavoro fisico agli ordini del preparatore atletico Fabio Martinelli: «Stiamo caricando molto. Mettiamo benzina nel serbatoio per averne fino alla fine del campionato. Con questo clima non è sempre facile, ma non possiamo scappare al caldo. Cerchiamo di caricare ora per essere freschi in campionato».
Oltre che con i nuovi compagni e con il tecnico Emerson intanto ha fatto conoscenza anche con Padova: «Ho avuto già modo di conoscere la città – conclude il difensore brasiliano – In questi giorni ho girato un pò, cercando casa, mi sono trovato bene. Porterò qui al più presto anche la famiglia» (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy