Finalmente Tabanelli: “Non vedo l’ora di dimostrare il mio valore qui a Padova”

Finalmente Tabanelli: “Non vedo l’ora di dimostrare il mio valore qui a Padova”

L’ex centrocampista del Cesena è pronto a tornare in campo dopo due mesi di stop

Commenta per primo!

L’esordio nella trasferta di Coppa Italia con il Brescia, poi l’infortunio al retto femorale in allenamento alla vigilia del debutto in campionato in casa del Renate. Sono passati esattamente due mesi, e Andrea Tabanelli è pronto a fare il suo rientro in squadra. Ieri il primo allenamento insieme ai compagni, con la prospettiva di riassaporare al più presto il clima partita. «Era il 25 agosto quando mi sono fatto male. Un cross dal fondo e mi sono procurato uno strappo al centro del muscolo, era grosso e per questo c’è voluto tempo per guarire. Ho una voglia incredibile di rientrare. Ho fatto il primo allenamento con la squadra, saltando la partitella solo per non rischiare. Le sensazioni sono buone: a livello clinico sono guarito, c’è solo da mettere dentro benzina visto che a livello organico e aerobico la condizione non è ancora sicuramente delle migliori. Però adesso devo lavorare solo su questo, ed è già qualcosa».

I tifosi non hanno ancora avuto modo di apprezzare le sue qualità. Si può dire che è quasi come un nuovo acquisto di fine ottobre. «Già, è così. Ma ho più voglia io di giocare di quanto i tifosi possano essere curiosi nel vedermi all’opera. Spero di poter dare il mio apporto alla squadra che sta già facendo davvero grandi cose. Mi auguro di potere fare un po’ di minutaggio già domenica a Modena nel caso in cui giocheremo. In ogni caso con la testa siamo pronti per andare in campo, ci stiamo preparando come se dovessimo giocare». Bisoli la conosce molto bene avendola già allenata in passato. L’ha definita di recente un top player e su di lei ha molte aspettative. «Abbiamo fatto insieme due anni e mezzo a Cesena, qualche volta siamo stati anche avversari. Sicuramente tra le diverse opzioni che avevo in estate, la differenza nella scelta di venire al Padova l’ha fatta anche il fatto di ritrovarlo qui. So che si aspetta tanto da me come da tutti i miei compagni, spero di ripagare la sua fiducia in campo appena ne avrò l’opportunità».

Si aspettava di vedere il Padova a un punto dalla vetta dopo dieci giornate? «La squadra è stata costruita per disputare un campionato al vertice. Non dico che mi aspettassi che fosse subito tra i primissimi, magari pensavo che ci volesse un po’ di rodaggio visto che siamo tanti giocatori nuovi. Invece con il lavoro del tecnico siamo riusciti ad accelerare i tempi e andremo sempre meglio di qui in avanti anche per il tipo di preparazione che abbiamo svolto, per cui sono ancora più fiducioso per il futuro». (Da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy