Finocchio: “Nello spogliatoio c’è voglia di rivalsa, non vedo l’ora di poter dare il mio contributo”

Finocchio: “Nello spogliatoio c’è voglia di rivalsa, non vedo l’ora di poter dare il mio contributo”

Commenta per primo!

C’è un biancoscudato che quest’anno ha già segnato al Sudtirol, e tra l’altro non è stato il suo unico sigillo in carriera agli altoatesini, Francesco Finocchio, arrivato da poco più di dieci giorni a Padova dal Pordenone, con il quale nel girone d’andata ha firmato uno dei due gol dei friulani nel pari con gli uomini di Stroppa, come ricorda al Gazzettino: “Ho siglato il 2-0 su assist di De Cenco che aveva fatto il primo, anche se alla fine è andata male dato che pensavamo di avere vinto e abbiamo subito il pareggio negli ultimi minuti. Ma anche quando giocavo con il FeralpiSalò sono andato a segno con il Sudtirol e in quell’occasione abbiamo vinto. Diciamo che è un avversario che mi porta bene e spero di potermi ripetere domani”. Il che vorrebbe dire per  l’italo-brasiliano debutto con i biancoscudati: “Ho tanta voglia di giocare. A Pordenone sono stato impiegato con continuità nella prima parte di stagione, poi ho avuto un brutto infortunio alla caviglia che mi ha fatto saltare cinque-sei gare, e sono rientrato un paio di partite prima di arrivare al Padova, tra l’altro segnando anche nella sfida con la Pro Piacenza. Ho voglia di debuttare con la maglia biancoscudata che è molto prestigiosa”. Dopo la panchina con il Feralpi, potrebbe essere arrivato il suo momento: “Mi auguro che arrivi presto. Che sia in questa o nella prossima partita, l’importante è che mi faccia trovare pronto e che dia il mio contributo. Ma se fosse domani magari con un bel gol o con un assist, non sarebbe male. Anche se ciò che conta soprattutto è che vinca la squadra”. Il Sudtirol è stato anche l’avversario che all’andata ha inflitto la prima sconfitta ai biancoscudati, aprendo di fatto la piccola crisi che ha portato al cambio di allenatore e anche il neoarrivato Finocchio ha notato che la squadra vuole rifarsi: “Nel nostro spogliatoio c’è grande voglia di rivalsa. Loro sono un’ottima squadra che fa dell’intensità e del ritmo la loro forza, e va rispettata. Ci aspetta una trasferta dura, però siamo consapevoli delle nostre qualità e dobbiamo andare lì con la voglia di fare punti dato che è nelle nostre potenzialità. Vincere aiuta a vincere, questo per dire che i risultati danno sempre fiducia e dobbiamo cercare di proseguire su questa strada”. Con la pratica salvezza quasi archiviata, in città c’è chi fa un pensierino ai playoff ma Finocchio predica calma: “Ci sono davanti molte partite difficili come quella di domani e la successiva con il Cittadella, e se vogliamo crederci bisogna pensare a una gara alla volta cercando di fare più punti possibile. Poi se arrivi alle ultime giornate anche con tre-quattro punti di ritardo, te la puoi giocare sempre. Di sicuro ci sono al momento squadre che ci precedono in classifica che non hanno giocatori forti come abbiamo noi. Siamo un buon mix di giovani e vecchi con ottime qualità ed esperienza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy