Ilari: “L’arrivo di Madonna non è un problema, sono pronto a giocarmi le mie carte”

Ilari: “L’arrivo di Madonna non è un problema, sono pronto a giocarmi le mie carte”

Con l’arrivo di Madonna Giorgio Zamuner ha trovato l’interprete ideale per la corsia destra nel 3-5-2 che lo staff tecnico ha in mente, e le parole del diggì biancoscudato sono eloquenti: «Abbiamo preso un profilo importante e di grande affidabilità, la sua carriera parla un po’ per lui. Sono convinto che sia un giocatore forte, anche se poi sarà il campo a dirlo. Ha corsa, temperamento, qualità tecniche ed è duttile potendo giocare basso e alto a destra, oltre a essere impiegato anche a sinistra».
Sempre con riguardo alle corsie laterali, con Favalli a sinistra e Madonna a destra, sembrano profilarsi tempi duri per gli altri interpreti ancora sotto contratto tanto che si potrebbe profilare anche l’ipotesi di una loro eventuale partenza. Tra questi, oltre a Dionisi e Petrilli, figura anche Marco Ilari che è comunque pronto a mettersi in gioco. «L’arrivo di Madonna non è un problema, sono pronto a giocarmi le mie carte, non ho paura di non potere trovare spazio. Anch’io ho sentito le voci che girano sul mio conto, ma finora nessuno della società mi ha chiamato, o ha parlato con il mio procuratore. Sono un giocatore del Padova, ho un contratto e la mia volontà è rispettarlo indipendentemente dal sistema con il quale il tecnico intende giocare. Ho avuto la fortuna di essere stato allenato in passato da tecnici che hanno utilizzato il 3-5-2 e ho avuto sempre le mie possibilità potendo fare, oltre che l’esterno, anche l’interno di centrocampo e la seconda punta. Un po’ di esperienza in più l’ho acquisita in questi anni e credo che riuscirò a farlo anche adesso. Sarà l’allenatore a decidere, io sono a disposizione». Su Zamuner e Brevi. «Non li ho ancora conosciuti, però stanno lavorando nell’ottica di creare un gruppo importante per disputare un grande campionato. Veniamo da una stagione ottima ed è stata alzata l’asticella: dobbiamo fare il salto di qualità e cercare di migliorare il quinto posto. Sarà difficile, ma ce la dobbiamo fare. Ho già ripreso ad allenarmi per arrivare pronto all’inizio del ritiro».
Proprio in vista della partenza per Mezzano di Primiero (10 luglio), Zamuner conta di mettere a posto altri due tasselli per poi spostare il mirino su altre operazioni. Uno riguarda il rinnovo di Fabiano, con la società che ha formulato la sua proposta e attende una risposta del difensore, l’altro concerne il ruolo di regista in mezzo al campo. Non è ormai più un mistero che attualmente può essere considerato in pole position il brasiliano Filipe, legato da altri due anni di contratto con il Perugia. Il discorso è già in una fase avanzata e si tratta di trovare la “quadra” tra le parti, fermo restando che non manca la volontà di condurre in porto l’operazione e la fumata bianca potrebbe arrivare entro il fine settimana. Il tutto senza dimenticare Massimo Loviso, altro profilo che è ancora tenuto in forte considerazione, mentre appare leggermente più staccato Paolo Capodaglio. (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy