Intrigo Palermo-Juventus-Padova per Clemenza: la ricostruzione

Intrigo Palermo-Juventus-Padova per Clemenza: la ricostruzione

di Redazione PadovaSport.TV

Da Mediagol.it

Il futuro di Luca Clemenza, talento scuola Juventus classe 1997, stava divenendo un vero e proprio rebus. Un incredibile tourbillon intriso di colpi di scena, promesse mancate, dubbi e marce indietro, sorpassi e screzi, aspre contese verbali, fino all’epilogo, amaro e beffardo, per il Palermo.

L’inatteso sorpasso del Padova, ad un certo punto vicinissimo a chiudere l’operazione con il club bianconero per il trasferimento in prestito dell’ex Ascoli, ha mandato su tutte le furie Rino Foschi. Il dirigente romagnolo, forte di una promessa da parte della dirigenza bianconera e di un’intesa definita con l’entourage del giocatore, era praticamente certo di essersi assicurato il fantasista che ha incantato nell’ultima International Champions Cup, con la formula del prestito secco.

Lo scenario maturato nelle prime ore del pomeriggio ha decisamente cambiato le carte in tavola, con il tentativo del Pescara e l’inserimento perentorio del Padova che, complice la volontà del calciatore, pareva ormai in procinto di aver bruciato in prossimità del traguardo il club rosanero nella corsa all’acquisizione delle prestazioni del talento della cantera juventina.

La sfuriata di Foschi, prima nei confronti del braccio destro di Fabio Paratici, Federico Cherubini, direttore sportivo della Juventus B, quindi con Tullio Tinti, la cui scuderia tutela gli interessi del giovane talento bianconero, aveva clamorosamente riaperto i giochi.

Il Palermo pareva tornato più che mai in corsa per sbaragliare la concorrenza e portare alla corte di Bruno Tedino il trequartista classe ’97. L’incidente diplomatico tra le parti si è parzialmente ricucito e la chiusura dell’operazione avrebbe potuto scatenare un vero e proprio effetto domino: va è infatti anche l’agente di Andrea Rispoli per il cui trasferimento al Parma il Palermo era in attesa di sciogliere le riserve concedere il via libera alle condizioni pattuite con il club emiliano.Nel vorticoso tourbillon di trattative è di fatto coinvolto anche l’attaccante Stefano Moreo, con l’ex Venezia reale obiettivo della Juventus B del ds Cherubini per rinforzare l’attacco della compagine Under-23 bianconera che disputerà il prossimo campionato di Serie C. Al termine di questa escalation di ribaltoni e colpi di scena l’ha spuntata il Padova: Clemenza, forse perplesso in merito alla concorrenza nel ruolo che avrebbe trovato in rosanero, ha optato per il club veneto senza più ripensamenti. Foschi mastica amaro e l’epilogo di questa vicenda potrebbe lasciare strascichi diplomatici significativi che rischiano di condizionare l’esito di altre operazioni correlate. Quando manvano appena due ore alla chiusura della sessione estiva, quale futuro adesso attende Andrea Rispoli e Stefano Moreo? L’ex attaccante del Venezia piace molto anche al Padova ma, per ovvie ragioni, è difficile immaginare che si possa aprire un dialogo proficuo e costruttivo tra i club vista la tensione figlia dell’intrigo Clemenza. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy