Le ultime su Padova-Hellas Verona: molte novità nello schieramento biancoscudato

Le ultime su Padova-Hellas Verona: molte novità nello schieramento biancoscudato

di Gianmarco Zandonà

Domenica 20 gennaio alle ore 15 riparte la serie B. Per il Padova deve essere la partita da cui ricominciare la risalita, l’Everest nominato da Bisoli. Allo stadio Euganeo va in scena il derby contro l’Hellas Verona, una partita da non fallire. Nelle ultime settimane, giustamente, è stato il momento del calciomercato con molte operazioni in entrata e in uscita: i tifosi biancoscudati possono trovare una squadra per larghi tratti nuova, sicuramente con più esperienza e all’altezza della categoria. Ora la metamorfosi deve esserci anche nei risultati per raggiungere la salvezza. All’andata, nella partita che segnava il ritorno in B, finì in parità al Bentegodi e le sensazioni che si erano create erano ottime. Un girone dopo la situazione è ben diversa, con la zona retrocessione vista dal fondo. Per quanto riguarda l’Hellas, sulla carta una delle favorite per la promozione diretta, una vittoria permette di accorciare sul Palermo capolista. Andiamo a vedere le probabili scelte dei due allenatori per questo derby che si preannuncia molto interessante.

 

QUI PADOVA– L’ultimo posto pesa, ma non è ancora finita. Già a Livorno si sono trovati dei segnali di crescita e a partire dalla sfida di domani, con lo spirito giusto, si può uscire da questa situazione complicata. Il calciomercato ha portato diversi cambiamenti, con molti giocatori nuovi e altri che hanno salutato, ma ora la testa va solo ed esclusivamente al campo. Contro l’ Hellas ci sarà spazio per i nuovi arrivati, anche se chiaramente non tutti hanno i 90 minuti nelle gambe ed è necessaria un’attenta gestione . Il mister Bisoli in conferenza ha dato qualche indicazione: Andelkovic e Cherubin nel pacchetto arretrato, Morganella e Longhi sulle fasce mentre  davanti spazio a Mbakogu, per fargli recuperare la condizione di gioco. In mediana probabile scelta su un palleggiatore piuttosto di un incursore quindi va verso una maglia da titolare Lollo. Tra i pali debutto di Minelli. Dopo essere tornato al gol contro gli amaranto, probabile conferma di Clemenza sulla trequarti ad ispirare la coppia offensiva.

Probabile formazione (3-4-1-2): Minelli; Andelkovic, Cherubin, Trevisan; Morganella, Lollo/Broh, Pulzetti, Longhi; Clemenza; Mbakogu, Bonazzoli. A disposizione: Merelli, Favaro, Cappelletti, Ceccaroni, Zambataro, Belingheri, Calvano, Mazzocco, Capello, Marcandella.

 

QUI VERONA– I gialloblu di mister Grosso sono in un buon momento, reduci da un vittoria per 4 a 0 sul Citta e un pari a Foggia. Finora gli scaligeri non hanno mantenuto del tutto le aspettative di vittoria del campionato e sono un pò indietro dalle primissime posizioni, in piena zona playoff. Ora l’Hellas sembra aver trovato la quadratura e un eventuale successo sul campo del Padova sarebbe un risultato di conferma, oltre che un balzo in avanti verso la vetta. La disposizione tattica è l’abituale 4-3-3 con l’avanzamento di Laribi sul fronte d’attacco, mentre sulla corsia di destra spazio al nuovo innesto Faraoni al posto di Almici (all’andata autore di un gol meraviglioso su punizione). Non ce la fa Crescenzi, al suo posto gioca Balkovec. A guidare i veronesi, imprescindibile in campo il bomber Pazzini, un privilegio per la cadetteria.

Probabile formazione (4-3-3): Silvestri; Faraoni, Dawidowicz, Marrone, Balkovec; Gustafson, Colombatto, Zaccagni; Matos, Pazzini, Laribi. A disposizione: Berardi, Ferrari, Almici, Bianchetti, Eguelfi, Empereur, Kumbulla, Henderson, Tupta, Cissè, Di Carmine.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy