LIVE Scelto l’allenatore, la panchina del Padova va a Oscar Brevi

LIVE Scelto l’allenatore, la panchina del Padova va a Oscar Brevi

Tante notizie, voci, smentite in questi giorni attorno alle importanti scelte tecniche che sono chiamati a compiere Giuseppe Bergamin e Roberto Bonetto, uniti più che mai nella volontà di portare avanti il progetto Padova. In questo articolo-live, in aggiornamento continuo, cerchiamo di aiutare i lettori ad avere tutte le notizie sempre sotto controllo.

10 giugno, ore 9.00: Il Padova ha scelto: panchina affidata a Oscar Brevi.

9 giugno, ore 10.00: Giornate importanti ed intense per Zamuner che incontrerà oggi Brevi e domani Petrone, poi con il quadro completo a sua disposizione prenderà una decisione. Da valutare anche le posizioni dello staff tecnico: Lavezzini difficilmente resterà come secondo mentre qualche possibilità in più c’è sulla permanenza di Zancopè come preparatore dei portieri.

19.00: Nessuna sorpresa pare, non ci sarà un’altra “pazza” idea Inzaghi: Zamuner pescherà tra i tre, ormai arcinoti, nomi: Brevi (sempre in pole), D’Aversa e Petrone.

8 giugno, ore 09.00: Secondo Il Gazzettino è slittato l’incontro tra Zamuner e Petrone previsto per oggi. I due, che al momento si sono sentiti solo telefonicamente, dovrebbero avere un faccia a faccia venerdì quando il tecnico ex Ascoli tornerà dalla Sardegna. Slitta verosimilmente alla settimana prossima la scelta definitiva sul nuovo tecnico biancoscudato.

7 giugno, ore 10.00: Dopo Oscar Brevi ieri Zamuner ha incontrato Roberto D’Aversa, ora si attende l’incontro tra il nuovo dg del Padova e Mario Petrone, poi ci saranno tutti gli elementi per fare una scelta e portarla al vaglio della proprietà. Il nuovo allenatore del Padova è atteso entro il fine settimana.

6 giugno, ore 9.00: Secondo Il Mattino nella giornata odierna avverrà il primo faccia a faccia con Roberto D’Aversa, domani sarà il turno di Mario Petrone, quindi toccherà nuovamente ad Oscar Brevi, con il quale un primo colloquio era già avvenuto la scorsa settimana. Entro giovedì, massimo venerdì, verrà presa una decisione.

5 giugno, ore 15.00: Tutto tace a Padova sul fronte alleantore, novità sono attese per la giornata di domani.

4 giugno, ore 15.00: Lunedì dovrebbe essere il giorno giusto per la scelta dell’allenatore. Oscar Brevi al momento non sembra avere altre richieste oltre a quella del Padova. Su Petrone e D’Aversa invece si sarebbero mossi altri club di Lega Pro.

3 giugno, ore 10.00: Secondo il Gazzettino, c’è Oscar Brevi in pole position. Oggi previste altre consultazioni per Zamuner, difficile ipotizzare un nome a sorpresa fuori dalla triade Brevi-D’Aversa-Petrone.

2 giugno, ore 10.00: Tre allenatori per una panchina, leggi qui.

10.30: Zamuner a PadovaSport.tv: “Tedino non verrà al 99%”

1 giugno, ore 10.00: Lovisa ha ribadito la sua posizione: Tedino non si muove se non per soldi (leggi qui). A questo punto Zamuner sonderà nuovi candidati (con cui è già in contatto): Petrone è in pole position, più defiltati D’Aversa e Brevi.

9.00: Intanto circolano a Pordenone voci clamorose di un ritorno in neroverde di Carmine Parlato (Il Padova contribuirà alla differenza dell’ingaggio per farsi perdonare dello “sgarbo” Tedino?)

31 maggio, ore 8.00: Oggi è il Zamuner-day: il nuovo dg biancoscudato si presenterà alle 15 alla stampa. In serata andrà in scena il decisivo faccia a faccia tra Tedino e il presidente del Pordenone Lovisa. Ci sono buone sensazioni, l’allenatore può sciogliere il proprio impegno con i friuliani e legarsi al Padova.

ore 16.30: Stefano Sottili non sarà l’allenatore del Calcio Padova, cui era stato accostato nelle scorse settimane. Il tecnico toscano, quest’anno terzo con il Bassano, ha firmato quest’oggi con l’Arezzo.

ore 16.00: Ora è arrivata anche l’ufficialità: Giorgio Zamuner è il nuovo direttore generale e responsabile dell’area tecnica del Calcio Padova. Verrà presentato domani alle ore 15.

30 maggio, ore 9.00: Pordenone eliminato dai play-off, via libera per l’ufficializzazione di Zamuner a Padova. Apertura di Lovisa su Tedino (leggi qui): accordo vicino con il Padova?

11.00: Roberto Bonetto al Gazzettino: “Che Padova mi immagino nel prossimo campionato? Una squadra che possa fare divertire, indipendentemente dal risultato. E serve un allenatore che faccia giocare anche i giovani. Abbiamo in casa Turea che ha fatto quest’anno pochissimi minuti, Bottalico che non ha mai visto il campo. A cosa serve avere il vivaio se non riusciamo a inserire i giovani nella rosa della prima squadra?”.

10.45: Il Mattino ipotizza addirittura un ritorno di Parlato, una voce al momento priva di fondamento, a quanto ci risulta.

10.30: Tedino resta in pole, per alcuni motivi. Ne parliamo qui.

29 maggio, ore 10.00: Oggi l’atteso ritorno di Pordenone-Pisa, in caso di uscita dei friulani dai play-off, lunedì Zamuner sarà annunciato a Padova.

12.00: Giuseppe Pillon non sarà l’allenatore del Padova nella prossima stagione. Non è stato trovato l’accordo con la società, divergenze sia tecniche che economiche non hanno permesso di continuare assieme. Leggi qui le prime parole del tecnico di Preganziol

27 maggio, ore 11.00: Il presidente del Pordenone Lovisa, forte di un contratto biennale, non ha intenzione di lasciare partire Tedino. Intanto però si fanno i primi nomi di eventuali candidati alla panchina dei “ramarri” nel caso Tedino chiedesse di essere lasciato libero di trasferirsi a Padova. Leggi qui

9.50: Zamuner e Pillon si sono incontrati anche ieri, a testimonianza che c’è la volontà di trattare da entrambe le parti. Intanto il Padova prende tempo per capire come si può evolvere la situazione Tedino ed eventuali altri candidati (Asta è conteso in Piemonte tra Alessandria e Pro Vercelli, Padalino è entrato in lizza addirittura per Crotone in serie A).

26 maggio, ore 9.00: Insieme a Zamuner, a Padova potrebbe arrivare anche Marcelo Mateos come team manager. Leggi qui.

25 maggio, ore 10.00: Giuseppe Bergamin, in una breve dichiarazione rilasciata al Mattino spiega: «Credo che andremo alla prossima settimana. Ci prendiamo il tempo necessario per valutare il tutto, e arriveremo alla decisione quando avremo un po’ la visuale completa delle cose». E intanto domenica il Pordenone, dopo il 3-0 subito all’andata contro il Pisa, potrebbe salutare i play-off.

24 maggio, ore 13.00: Positivo il colloquio tra Zamuner e Pillon. Ora la “palla” passa alla società. L’ostacolo è quello del contratto: il tecnico trevigiano ha chiesto un adeguamento economico, B&B stanno valutando.

22 maggio, ore 16.30: Il Pordenone di Zamuner e Tedino sconfitto 3-0 a Pisa nella semifinale di andata dei play-off. Domenica 29 secondo atto: con i friuliani fuori, Zamuner può essere ufficializzato a Padova.

16.20: E’ fissato per lunedì mattina un appuntamento Zamuner-Pillon. Ne riferiamo a parte.

16.00: Numerosi i nomi di allenatori accostati a Padova, magari solo per aver lavorato in passato con Zamuner (tipo Oscar Brevi o D’Aversa). A quanto ci risulta, in realtà, Bruno Tedino rimane in testa alle preferenze, con buone chance di spuntarla. Più defilato Stefano Sottili, occhio alle sorprese Asta e Padalino.

10.50: Secondo Il Gazzettino, invece, sarebbe andato in scena ieri il primo contatto tra Giorgio Zamuner e Bepi Pillon: top secret il luogo dell’incontro.

21 maggio, ore 10.00: Il Pordenone per il dopo Zamuner pensa a De Franceschi. Intanto slitta ancora l’incontro tra Pillon, la dirigenza e lo stesso Zamuner. Il tecnico di Preganziol è fuori gioco?

19.00: Non trovano alcun riscontro certe voci su Oscar Brevi (allenatore assistito in passato da Zamuner, esonerato quest’anno dalla guida del Rimini).

18.45: Sottili si dice contento dell’accostamento al Padova ma smentisce contatti, leggi qui.

12.20: Sottili ritroverebbe a Padova Neto Pereira e Corti, già allenati a Varese.

20 maggio, ore 10.00: Per il Il Mattino, Sottili favorito per la panchina, divorzio vicino con il Bassano.

13.00: Zamuner ha incontrato Marchetti, leggi qui.

10.20: Il Mattino ha intervistato il presidente del Pordenone Lovisa, che, come avevamo già prospettato, chiede soldi per liberare Tedino.

19 maggio, ore 10.00: Secondo Il Gazzettino oggi Zamuner incontrerà Lovisa per comunicargli il suo addio al Pordenone. Si avvicina dunque anche il momento dell’annuncio ufficiale di Giorgio Zamuner come prossimo direttore dell’area tecnica biancoscudata.

17.30: Intanto Giorgio Zamuner è già segnalato molto attivo, tra cene con altri direttori sportivi e incontri con procuratori. Sta già lavorando per il Padova? Sembrerebbe proprio di sì, ma ancora si attende la firma e l’annuncio ufficiale.

17.00: Nulla trapela per adesso dalla società biancoscudata: in teoria dovrebbe essere oggi la giornata decisiva sul futuro di Giuseppe Pillon a Padova. Staremo a vedere.

18 maggio, ore 11.00: Secondo Il Gazzettino Zamuner non sarebbe convinto nel tenere Pillon perchè il nuovo direttore non vorrebbe giocare con il 4-4-2 tanto caro al tecnico di Preganziol. Per la panchina resta in pole Tedino ma viste le difficoltà per liberarlo dal Pordenone si sondano altri nomi tra cui: Sottili, D’Aversa e Asta.

19.00: Pillon a PadovaSport.tv: “Ho ricevuto un interessamento dalla B, ma domani incontro il Padova e…”, leggi qui.

10.00: In attesa dell’incontro tra Pillon e il nuovo ds Zamuner previsto nelle prossime ore il presidente Bergamin, intervistato dal Gazzettino, ha espresso il suo gradimento verso Bepi Pillon che potrebbe dunque restare sulla panchina biancoscudata anche dopo il cambio di ds. Leggi qui.

8.55: Il Padova sta cercando un escamotage per permettere a Giorgio Zamuner di esercitare in piena libertà e senza restrizioni il ruolo di direttore sportivo (potrebbe essere utilizzato un prestanome, come Simone Tognon o il segretario Pagliani che avrebbe il patentino di ds).

8.45: Il Mattino ha intervistato il presidente dell’Associazione Direttori Sportivi (A.di.se.), Molinari, che si è detto contrario alla nomina di Zamuner a Padova perchè non in regola: “Lo sanno tutti – ha detto – è un agente, un procuratore e questo contrasta con l’articolo 1 del nostro regolamento, secondo il quale non può svolgere tale ruolo chi non lo è»

17 maggio, ore 8.30: Secondo Il Mattino, Zamuner dovrebbe incontrarsi domani con Bepi Pillon – il condizionale è d’obbligo, visto che nessuno parla – per un confronto con l’allenatore trevigiano, che la proprietà vorrebbe confermare. Il Pordenone è in semifinale playoff (domenica affronterà la gara d’andata a Pisa) e si gioca la carta per la Serie B. Sia Zamuner che Bruno Tedino, peraltro legato ai “ramarri” da un contratto sino al 2018, lascerebbero il Friuli in caso di promozione? Il primo sì, il secondo è ancora in dubbio. Motivo per cui si continua a sondare sul mercato degli allenatori.

16.00: Stefano Sottili potrebbe effettivamente lasciare Bassano, il Padova sta alla finestra. Leggi qui.

16 maggio, ore 10: Secondo il Gazzettino date le oggettive difficoltà per portare sulla panchina del Padova Bruno Tedino, ancora sotto contratto con il Pordenone per due stagioni, Zamuner e più in generale la società biancoscudata starebbero pensando a Stefano Sottili, allenatore appena estromesso dai playoff con il Bassano dopo aver condotto i giallorossi al terzo posto finale nel girone A.

14.40: Il presidente del Pordenone, Mauro Lovisa, infuriato: leggi qui.

13.00: Non va scartata a priori l’ipotesi di un rinnovo di Pillon: anche il tecnico trevigiano rimane in corsa per la panchina biancoscudata, forte degli ottimi risultati ottenuti fin qui.

15 maggio, ore 10: Viene normale pensare che Zamuner faccia un tentativo per portare Bruno Tedino, attuale allenatore del Pordenone, a Padova. Tedino, però, avrebbe già promesso al presidente neroverde Lovisa di rimanere anche per l’anno prossimo. Si prospetta una situazione simile a quella venutasi a creare nel 2011 con Calori, poi strappato al Padova dal Portogruaro con il pagamento di una penale.

12.00: A questo link le parole di Marco Cunico sull’esonero di De Poli.

14 maggio, ore 10: La scelta è stata compiuta, Giorgio Zamuner sarà l’erede di De Poli, ma l’ufficializzazione avverrà più avanti, non appena il Pordenone avrà terminato i play-off. Non è nemmeno escluso l’inserimento in organigramma di un’altra figura, insieme a Zamuner. Per quanto riguarda l’allenatore, Pillon verrà valutato insieme a una rosa di candidati. Al momento la sua posizione è in stand-by: il tecnico di Preganziol comunque ha già ricevuto almeno un’offerta dalla serie B, da una squadra che vuole rilanciarsi dopo un campionato al disotto delle attese.

19.45: Arrivano conferme definitive: Giorgio Zamuner a Padova a prescindere dal risultato del Pordenone ai play-off

17.10: Ufficiale l’esonero di De Poli, ecco il comunicato: “Il Calcio Padova informa che, in seguito ai più recenti incontri tra Società e Direttore Sportivo non si è trovata sintonia e unità d’intenti sugli sviluppi futuri del progetto sportivo della Società stessa. Il Calcio Padova e il sig. Fabrizio De Poli in buon accordo hanno pertanto deciso di interrompere il rapporto di collaborazione in essere.E’ doveroso da parte della Società tutta rivolgere a Fabrizio De Poli il riconoscimento e il ringraziamento per il buon lavoro svolto in questi due anni e per i risultati ottenuti. Auguriamo a Fabrizio De Poli un futuro importante e ricco di soddisfazioni.Appena possibile e nel rispetto degli impegni in essere sarà ufficializzata la figura del nuovo Direttore Sportivo”.

16.00: Dalla Guizza, dove si sta svolgendo l’ultimo allenamento stagionale del Padova (in realtà una sorta di congedo di De Poli dalla squadra), arrivano le prime voci ufficiose: l’attuale ds è stato esonerato, comunicato a brevissimo. Presente alla Guizza anche il presidente Giuseppe Bergamin che, questa sera, alle 18 presenzierà a Palazzo Moroni alla presentazione del libro Amarcord Biancoscudato.

13.00: Giorgio Zamuner non ha ancora il patentino di direttore sportivo e lo conseguirà alla fine della prossima stagione. Con il presidente del Pordenone Lovisa si è parlato sempre di programma biennale. Zamuner, che percepisce uno stipendio di circa 50.000 netti, non avrebbe ancora sciolto le proprie riserve. Oltretutto c’è ancora il risultato sportivo da definire: se il Pordenone dovesse essere promosso in B cosa succederebbe?

12.30: Giorgio Zamuner, consulente di mercato del presidente del Pordenone Lovisa, è stato sondato anche dalla Reggiana. Ci sarebbe stato un sorpasso del Padova nelle ultime ore. Difficilmente però ci saranno annunci ufficiali fintanto che i friuliani sono in corsa per la promozione in B.

12.20: Secondo Gianluca di Marzio il favorito al momento sarebbe Zamuner del Pordenone, che però è ancora in corsa per i play-off.

11.00: Stando a quanto afferma Il Gazzettino De Poli avrebbe già incontrato lo stato maggiore della società nel tardo pomeriggio di ieri e gli sarebbe stata comunicata l’intenzione della società di puntare su qualcun’altro per la prossima stagione.

13 maggio, ore 10: Secondo Il Mattino nelle prossime ore andrà in scena un incontro tra la dirigenza (B&B e i soci) e l’attuale ds De Poli. In agenda anche un colloquio/confronto con l’allenatore Pillon.

11.00: Secondo Il Gazzettino le parole di De Poli alla cena del club “Amissi” di martedì sera suonerebbero molto simili ad un commiato alla piazza. Ecco in sintesi le parole del ds: “Questa società dopo il fango del passato, ha iniziato due anni fa un percorso, creando le fondamenta e poi continuando e mettere energie per fare qualcosa d’importante. Se c’è qualche rammarico, ripensando al cammino di quest’anno, forse è dipeso dalla maggiore qualità di chi ci ha preceduto, ma questa è una buonissima squadra e una buona base per l’anno prossimo. Seguitela con passione».

10.30: Sempre secondo Il Mattino, leggi qui l’articolo, ci sarebbero in atto dei contatti tra Padova e Chievo. Sarebbe stato fatto anche un nome per il futuro ds, consigliato dalla società veronese.

12 maggio, ore 10: Secondo Il Mattino un comunicato è annunciato per lunedì o martedì della prossima settimana, e più avanti dovrebbe essere organizzata una conferenza-stampa per ufficializzare l’addio del direttore sportivo Fabrizio De Poli.

16.00: Secondo indiscrezioni da noi raccolte, il Bassano non avrebbe alcuna intenzione di liberare Seeber, che ha il contratto fino al 2017. Il nome dell’altoatesino continua tuttavia ad essere molto chiacchierato per il ruolo di nuovo ds biancoscudato.

12.10: Ieri è circolato anche il nome di Pasquale Sensibile, attualmente sotto contratto con la Roma (scadenza a giugno), società per la quale gestisce rapporti di collaborazione con club esteri. Voce per ora smentita. Sensibile era stato in passato sondato anche dal Padova di Cestaro. Per quanto riguarda altre ipotesi: Tognon non dovrebbe essere promosso a ds, ma rimarrà in società, ancora con compiti di scouting, attorno a Seeber continuano a piovere smentite. Si muovono intanto anche le dirette concorrenti: alla Reggiana c’è aria di rivoluzione. Vicino Rocco Russo come direttore generale, che porterebbe con sè l’amico e uomo mercato Giorgio Zamuner, tra gli artefici quest’anno del miracolo-Pordenone.

12.00: Come abbiamo già scritto, è quasi certo il cambio di direttore sportivo mentre Giuseppe Pillon potrebbe rimanere anche con un nuovo ds, rinnovando dunque il contratto.

11 maggio, ore 10: In programma questa stasera all’Agriturismo “La Penisola” di Campo San Martino la cena sociale del Padova. Presente la squadra al completo, lo staff tecnico e la dirigenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy