Sala stampa Cittadella-Padova. Centurioni: “Ci siamo abbassati troppo quando siamo rimasti in 10. Martedì è la gara della vita”

Sala stampa Cittadella-Padova. Centurioni: “Ci siamo abbassati troppo quando siamo rimasti in 10. Martedì è la gara della vita”

di Tommaso Rocca

Tra poco in diretta dalla sala stampa dello stadio “Tombolato” le dichiarazioni dei protagonisti al termine di Cittadella-Padova

Centurioni: “Quando siamo rimasti in 10 abbiamo sofferto parecchio. Credo che in fondo il pareggio sia giusto anche se c’è del rammarico per quell’occasione a fine gara quando Bonazzoli ha perso il passo. C’è mancato un po’ di coraggio quando siamo andati inferiorità numerica, abbiamo rilanciato troppo la palla, dovevamo gestirla meglio ma non era facile venire qui a giocare contro una buona squadra come il Cittadella. Emozionato? Stamattina non passava mai, abbiamo rotto il ghiaccio ora sarà più semplice. Per essere la prima posso ritenermi sodfisfatto anche se il pareggio non cambia poi granché per la classifica. La gara della verità sarà martedì dove dobbiamo vincere a tutti i costi, cercheremo di recuperare le energie mentali oltreva quelle fisiche. Mbakogu domani farà una prova, potrebbe venire in panchina”.

R. Bonetto: “Ho visto un buon Padova, abbiamo cercato di giocare a calcio e grosse difficoltà non le abbiamo avute finché siamo stati 11 contro 11. Eravamo vicini alla vittoria, l’espulsione ci ha messo in difficoltà. La salvezza passa da martedì è sabato. Impronta di Centurioni? Non scendo i dettagli tecnici, ma oggi era difficile contro una squadra forte che gioca a memoria. Sono soddisfatto della prestazione, si poteva stare più attenti nell’espulsione, ma Cappelletti a volte ci mette troppa grinta. Ascoli, Carpi e Cosenza servono tre vittorie”.

Venturato: “Credo che sbagliare un rigore ci sta, fa parte del gioco del calcio. Penso che non sia stata una bella partita, in cui ha vinto la tensione. Abbiamo rischiato all’inizio e alla fine, ma anche noi potevamo fare ottenere qualcosa di più soprattutto per quanto fatto nella ripresa. Non abbiamo fatto bene dal punto di vista tattico, abbiamo palleggiato molto ma siamo stati poco concreti. Abbiamo attaccato poco lo spazio, dobbiamo imparare a crescere perché sono queste le partite importanti da vincere se vogliamo rimanere nella parte alta della classifica. Alla fine il risultato ci sta, il pareggio è giusto. E mi dispiace perché in questo momento della stagione conta vincere, tutti i punti sono importanti. Dobbiamo essere bravi a guardare avanti e a prepararci bene per le prossime partite”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy